Anagni: rifiuti speciali stoccati illecitamente in un’azienda. Denunciato titolare

Nella giornata di ieri, ad Anagni, i carabinieri del Comando insieme a personale dell’Arpa Lazio,  hanno effettuato controlli in diverse aziende del luogo, nell’ambito di un’attività finalizzata al contrasto dei reati in materia ambientale, in particolare per prevenire e reprimere l’illecita gestione dei rifiuti.

Nel corso dei controlli svolti, gli operanti hanno accertato che il titolare di un’azienda operante nel campo dei distillati aveva stoccato illecitamente, all’interno di un capannone, rifiuti speciali classificati non pericolosi. Durante l’ispezione i carabinieri hanno verificato che all’interno di un locale erano stoccati illecitamente quantitativi di vinacce e fecce ma, considerato che si trattava di rifiuti classificati quali solfati di calcio e quindi non pericolosi, non si è ritenuto necessario il sequestro dei locali.

Tuttavia il titolare dell’azienda, un 51enne, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Frosinone poiché ritenuto responsabile del reato di gestione non autorizzata di rifiuti non pericolosi.

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it

Seguici anche su Telegram: CLICCA QUI

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it ha 4376 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it