Allegra grigliata di quartiere a Cassino: arrivano carabinieri, polizia e finanza. Undici denunciati

Cosa non vi è chiaro? Non sanno davvero più come dirvelo: emergenza non è sinonimo di vacanza. Ma, a quanto pare, c’è ancora chi pensa di poter restare impunito se commette quella che, ai suoi occhi, deve sembrare semplicemente una ‘modalità alternativa’ dello stare in casa.

Ecco cosa è successo nel quartiere La Malfa della città martire. Erano le 14.30 di oggi quando alla Centrale operativa dei carabinieri di Cassino arriva la segnalzione che in una zona del quartiere alcune persone stavano cucinando carne alla griglia per un nutrito gruppetto di commensali che degustava e brindava allegramente.

Momenti di tensione tra forze dell’ordine e commensali

La pattuglia dei carabinieri, arrivata sul posto, dopo aver visto che si trattava di un numero consistente di persone, ha chiesto l’intervento di altro personale e, poco dopo, sono arrivati anche poliziotti e finanzieri.

Ma i commensali non avevano alcuna intenzione di sciogliere quell’ameno contesto conviviale, tanto che uno di loro ha addirittura inveito contro i militari che sono, comunque, riusciti a riportare tutto alla normalità.

Alla fine dei controlli sono state 11 le persone, tra uomini e donne, denunciate per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità in relazione al Dpcm 09.03.2020 – Covid-19, e uno di loro è stato denunciato anche per oltraggio a pubblico ufficiale.

shares