Concorso per psicologi: Righini interpella Vincenzi, Zingaretti e D’Amato

Non c’è pace per il concorso relativo all’assunzione di psicologi indetto dalla Asl di Frosinone. Stavolta a chiedere  di far chiarezza su quanto accaduto, è Giancarlo Righini, consigliere regionale di Fratelli D’Italia. L’esponente del movimento di Giorgia Meloni ha, infatti, presentato un’interpellanza al presidente del consiglio regionale Marco Vincenzi, alla quale dovranno rispondere Nicola Zingaretti e Alessio D’Amato.

L’intervento

“La Asl di Frosinone – evidenzia Righini –  con atto deliberativo  numero 2141 del 4 dicembre 2019 ha indetto un avviso pubblico per il reperimento di due posti di dirigente psicologo. Il relativo bando, pubblicato sul burl numero 23/2020, con scadenza della presentazione delle domande al 5/5/2020, ha portato ad ammettere 1027 candidati.  Successivamente, con determinazione del 12 febbraio 2021, sono stati nominati i vincitori del concorso”. 

Subito dopo – fa notare il consigliere regionale di FdI – con un’ulteriore determinazione, la numero  2931 del  21/4//2021, la Asl di Frosinone, accertato un errore materiale, ha provveduto a correggere i punteggi  di quattro candidati, avendo gli stressi presentato richiesta di accesso agli atti”.

Righini, quindi, in buona sostanza vuol sapere da Zingaretti e dall’assessore alla sanità Alessio D’Amato se è intenzione dell’Amministrazione far scorrere la graduatoria per l’assunzione di ulteriore personale.  

LEGGI PURE

shares