Sora, D’Orazio: dal Pnrr importanti fondi per l’edilizia popolare

“Fondi per l’edilizia popolare da intercettare e sfruttare al meglio”. L’appello di Maria Paola D’orazio, candidata nella lista Sora Democratica a sostegno di Luca Di Stefano, apre scenari importanti su un tema particolarmente interessante e sentito quale l’edilizia popolare che sarà un punto al centro dell’agenda della prossima giunta targata Di Stefano.

“Ora – dichiara la D’Orazio – sarà importante capire quando questi fondi verranno messi a disposizione e bisognerà essere capaci di intercettarli ed ottenerli”.

La consigliera nazionale Anci ha già preso contatti con l’assessore Pierfrancesco Maran, il più votato in assoluto in Italia, che proprio ieri a Milano ha ricevuto da Sala la delega alla Casa. “Finalmente avremo il posto che ci spetta nei tavoli decisionali – commenta ancora la D’Orazio – cosa che è mancata fino ad oggi e che continuerà a mancare qualora il prossimo sindaco non sarà Luca Di Stefano. Dovremmo fare della nostra città, un esempio da seguire, e quindi bisogna impegnare tutte le forze necessarie  affinché Sora possa accedere a questi fondi, che andrebbero a migliorare l’offerta abitativa nei quartieri popolari”. L’obiettivo è quello di recuperare appartamenti, effettuarne la manutenzione e la messa in sicurezza in virtù dello stato fatiscente in cui si trovano alcune palazzine, Restituendo così decoro anche ai quartieri in cui sorgono.

“Va specificato – continua la D’ Orazio – che per edilizia popolare non si intende solo l’aspetto abitativo, ma anche l’ ampliamento degli edifici scolastici, che siamo essi esistenti o da costruire. Sarà fondamentale la collaborazione con l’ ente regionale, con cui fortunatamente possiamo facilmente interagire, visti gli ottimi rapporti esistenti, e soprattutto il coinvolgimento ed il sostegno delle forze politiche diverse, perché il benessere dei cittadini deve essere anteposto alle eventuali divergenze idealistiche e politiche”.

Bisogna dare vita ad un progetto che coinvolga tutti gli attori, a 360°, partendo dal presupposto che “la casa – conclude la consigliera ANCI – è la base principale di ogni famiglia e non bisogna assolutamente trascurare la vivibilità, la sicurezza e il cambiamento, obiettivi che, per essere raggiunti  necessitano del massimo impegno da parte di tutti”.

shares