Frosinone: inseguiti sull’A1 e trovati con un chilo di hashish. Arrestati due fratelli

Nella serata di ieri, gli agenti della Squadra Volante, dopo un impegnativo inseguimento protrattosi anche sulla carreggiata autostradale dell’A1, hanno tratto in arresto due fratelli romani per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti, mentre procedevano sulla via dei Monti Lepini impegnati nell’attività di controllo del territorio, hanno notato che il conducente dell’auto che li precedeva aveva una condotta di guida sospetta ed elusiva. Poco dopo, infatti, nel tentativo di far perdere le proprie tracce, svoltava repentinamente imboccando uno svincolo contromano per poi entrare in autostrada. I poliziotti si sono posti immediatamente all’inseguimento unitamente ad altri equipaggi della Squadra Volante e della Polizia Stradale. Gli agenti sono riusciti a fermare l’auto tempestivamente e con professionalità, senza creare pericolo alla circolazione stradale dato che il traffico era piuttosto intenso a quell’ora.

hashish
La droga sequestrata ai due fratelli

A bordo del mezzo c’erano due fratelli di 44 e 35 anni, che mostravano evidenti segni di nervosismo e il guidatore è risultato privo di patente perché revocata. Date le circostanze gli operatori hanno effettuato un controllo più approfondito sia dell’autovettura che dei suoi occupanti e, abilmente occultato nel vano destinato alla ruota di scorta, hanno rinvenuto un involucro contenente 10 panetti avvolti nel cellophane, contenenti ognuno circa 100 grammi di hashish, per un totale di 1 kilogrammo di sostanza stupefacente, oltre a 650 euro in contanti. La sostanza ed il denaro oltre all’autovettura sono stati sottoposti a sequestro e i due uomini arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotti in carcere.