Aeroporto di Frosinone, mozione di Maura per l’impegno della Provincia

Avere un aeroporto in provincia di Frosinone costituirebbe certamente un occasione di sviluppo per il nostro territorio. Visto che il consigliere di amministrazione dell’ENAC, Alfredo Pallone, in una recente intervista, ha reso noto che il presidente dell’ente nazionale per l’aviazione civile Di Palma ha trasmesso alle Commissioni Trasporti di Camera e Senato uno studio sul sistema aeroportuale nazionale e regionale, ho presentato una mozione consiliare al presidente della Provincia, proprio per sostenere il progetto”. Lo rende noto Daniele Maura, esponente di FDI.

L’intervento

Vista la presenza nella stessa commissione del Senatore Ruspadini, rappresentante del nostro territorio – continua il presidente del consiglio provinciale – che ha già dichiarato che si impegnerà per far in modo che il progetto venga condiviso dall’aula tutta, senza distinzioni di partiti di appartenenza, e cosiderato che Il Tar del Lazio, con sentenza dello scorso 12 marzo, ha bocciato il progetto Adr relativo alla quarta pista dell’aeroporto di Fiumicino, ritengo che l’ente Provincia scenda in campo a favore di tale iniziativa”.

Maura, inoltre, fa notare che “sarà inevitabile anche ridimensionamento dello scalo di Ciampino. E che nel 2025 la scuola di volo dell’Aeronautica sarà a Viterbo e che anche l’aeroporto di Aquino, se opportunamente rivalutato, può diventare una piattaforma di sostegno logistico e caratterizzata da una maggiore flessibilità connessa alle esigenze del territorio”.

“La possibilità di uno scalo a Frosinone – aggiunge – apre uno spiraglio di ottimismo per il nostro territorio e rimette al centro dell’attenzione il progetto del terzo aeroporto civile del Lazio per il quale il capoluogo della Ciociaria ha tutte le carte in regola. Non c’è bisogno di spendere troppe parole per dimostrare quanto oggi più che mai lo sviluppo di un territorio non possa prescindere, oltre che da un sistema imprenditoriale innovativo, anche da una rete infrastrutturale che sappia accompagnare e supportare da vicino l’attività economica e che soprattutto sappia integrare tra di loro le diverse modalità di trasporto”.

“E da questo punto di vista nessuno può negare che la provincia di Frosinone vanti una dotazione infrastrutturale pressoché unica nel Lazio, a parte Roma ovviamente. L’autostrada, da una parte, e le due recenti fermate dell’Alta Velocità dall’altra, rappresentano un ‘patrimonio’ di assoluto valore. 

“Il sostegno dell’Ente Provincia – conclude – può dare maggior forza all’iniziativa, sperando che realmente il ‘sogno’ possa concretizzarsi per uno sviluppo non solo della nostra provincia ma dell’intero Lazio meridionale”.

shares