Boom di ‘truffe digitali’: quattro denunce tra Pico e Pontecorvo

Un 23enne e un 27enne della provincia di Taranto, un 27enne della provincia di Salerno e un 39enne della provincia di Lecce: sono questi i quattro denunciati dai carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, responsabili del reato di truffa e truffa in concorso.

Nel primo caso i due hanno pubblicato un annuncio per la vendita di una Play-station 5 sul profilo Instagram: la vittima, un giovane residente a Pontecorvo, ha versato la somma di 510 euro sul conto corrente di uno dei due ma non ha mai ricevuto la merce.

Il 27enne della provincia di Salerno ha, invece, truffato una 39enne di Pontecorvo con l’annuncio sul sito ‘Subito.it’ di un cellulare. Stessa modalità: la vittima ha versato 460 euro ma, in cambio ha ricevuto un pacco contenente solo sassi e polistirolo.

La truffa dell’autocarro venduto due volte

Infine a Pico un 39enne della provincia di Lecce, in qualità di legale rappresentante di una società, previa pubblicazione su un portale internet di un annuncio per la vendita di un autocarro al prezzo di 13.000 euro, ha indotto la vittima, una 46enne, a versare come acconto, mediante due distinti bonifici, l’importo di 3.000 euro su un conto corrente intestato alla società.

Una volta intascata la somma, però, il 39enne oltre a non consegnare il mezzo che nel frattempo era stato  venduto ad una terza persona estranea ai fatti, ha omesso anche di restituire l’anticipo ricevuto.

shares