Anagni, Ciacciarelli: sull’ospedale io e Natalia per la riapertura da anni. FdI gioca sull’equivoco

“Una mozione e un ordine del giorno non si negano a nessuno. La riapertura dell’ospedale di Anagni passa solo sulla revisione del numero dei posti letto per la nostra provincia, sul cui argomento il sottoscritto insieme al Sindaco Natalia, con atti concreti, combatte da anni per assicurare una efficienza sanitaria all’area nord della provincia”. Lo ha affermato, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

L’intervento

“Ho sempre difeso l’ospedale di Anagni. Basti vedere tutta l’attività emendativa e gli atti che ho prodotto in questi anni  in favore della riapertura di questa struttura. Fratelli D’Italia gioca sull’equivoco invece di condividere le azioni con gli eletti della coalizione di Centrodestra della provincia di Frosinone, quindi con la mia persona. Esorto i colleghi regionali che veramente hanno a cuore le sorti dell’ospedale di Anagni a presentare nel collegato un emendamento finalizzato alla riapertura dell’ospedale. Le battaglie vanno fatte insieme, e non individualmente al solo scopo di ottenere visibilità. È noto a tutti il disastro sanitario partorito da Zingaretti e dal Centrosinistra in questi otto anni su tutto il territorio regionale, e quindi anche su l’area nord della provincia di Frosinone.”

Ricordiamo che Fratelli d’Italia, tramite il consigliere regionale Giancarlo Righini, ha presentato una mozione per la riapertura immediata dell’Ospedale di Anagni ed alla fine della votazione 17 sono stati i favorevoli, 8 gli astenuti ed i contrari e, nonostante il voto positivo, la mancanza del numero legale in aula ha impedito l’approvazione della mozione.