Ferentino: ecco i vincitori del concorso sul coronavirus premiati con tablet e buoni Ubik

Il Comune di Ferentino ha selezionato i vincitori del concorso ‘Finestre aperte sulla città – Ferentino ai tempi del coronavirus’, il progetto lanciato dall’Amministrazione comunale a guida del sindaco Antonio Pompeo durante il periodo del lockdown. Dopo un accurato lavoro di selezione e valutazione dei lavori letterari, grafici e pittorici, realizzati dai ragazzi delle scuole, sono stati scelti i vincitori che hanno saputo interpretare meglio il momento più critico dell’emergenza Covid, attraverso la loro espressività letteraria, grafica e artistica.

È stato chiesto ai ragazzi, infatti, di rappresentare i due volti della città di Ferentino, scegliendo un monumento, una piazza, un vicolo o uno scorcio, che potevano vedere e immaginare dalle finestre o dai balconi delle loro case quando l’Italia si è fermata per contrastare la pandemia.

I vincitori

Questo l’elenco dei vincitori: Annalisa Macara, Gabriele Pignataro, Emma Frattocchi, Ambrogio Pettorini Alessandro Cianferra, Rosaria Sisti, Leonardo Addesse, Francesco Galassi, Giulia Maliziola, Claudio Pischedda, la classe 4° del liceo ‘Martino Filetico’, Iacopo Picchi, Lorenzo Berretta.

lettera pompeo
La lettera inviata dal sindaco Pompeo ai vincitori del concorso

Il sindaco Antonio Pompeo e l’assessore alla Pubblica Istruzione Evelina Di Marco hanno voluto omaggiare i vincitori regalando loro tablet e buoni acquisto Ubik che saranno consegnati a domicilio, a partire da lunedì prossimo, 18 gennaio 2021.

Pompeo: la pandemia vista con gli occhi dei ragazzi è emergenza ma anche speranza

“Voglio ringraziare tutti gli studenti che hanno partecipato, – è il commento del sindaco Antonio Pompeo – complimentarmi con i vincitori e sottolineare il grande lavoro portato avanti dai dirigenti scolastici e dagli insegnanti in un periodo molto difficile anche e soprattutto per la scuola. In una fase che ci ha visti costretti a restare chiusi in casa, senza poter frequentare i luoghi della quotidianità e dello svago, i nostri ragazzi hanno dimostrato grande senso di responsabilità e attaccamento allo studio, interpretando con gli strumenti della fantasia, del racconto e dell’espressione grafica quanto stava accadendo. La pandemia vista attraverso i loro occhi è un’emergenza ma anche la speranza in un futuro di rinascita e, al tempo stesso, di ritorno alla nostra quotidianità, fatta di calore umano, baci, abbracci e socialità. Grazie a tutti voi, ragazzi!”.

pompeo di marco
Il sindaco Pompeo e l’assessore Di Marco

“Siamo molto orgogliosi dei nostri studenti – ha detto l’assessore alla Pubblica Istruzione, Evelina Di Marco, – e della nutrita partecipazione al concorso, segnale che la scuola è sempre più e meglio calata nella realtà quotidiana, permettendo a bambini e ragazzi di crescere e formarsi con i valori del rispetto delle norme e della responsabilità individuale nell’esclusivo interesse della collettività”.

shares