San Donato Val di Comino, ‘Via di Banda’: un’edizione tutta da vivere

Torna, anche quest’anno, Via di Banda: un festival, visionario, narciso, malinconico, ma anche fanciullesco, avido di vita vera e di suggestioni. Un film circense, dove gli spettatori si trasformeranno in personaggi ed interpreti di un lungometraggio, dedicato a Federico Fellini, nel centenario dalla sua nascita e alla sua musa Giulietta Masina. L’evento – realizzato con il contributo di Banca Popolare del Cassinate- si avvale della direzione artistica di Gianluca Terenzi, ed è considerato dalla Regione Lazio uno dei più importanti festival di musica ed arte di strada.

L’intervento di Terenzi

«Inizialmente – spiega Terenzi – avevamo pensato a definizioni come “ibridazione”, “contaminazione stilistica”, “meticciato culturale”; alla fine abbiamo preferito “incontro” perché è più semplice e rende meglio il senso del nostro progetto. In un momento storico in cui le difficoltà economiche e sociali tendono a irrigidire la difesa delle nostre certezze, delle nostre posizioni, a moltiplicare le resistenze nei confronti del vicino come del lontano, visti come coloro che ci possono “togliere” qualcosa, abbiamo pensato a quanta ricchezza – al contrario – può derivarci dall’apertura. A condizione però che si tratti di vera apertura, senza false retoriche né dichiarazioni di intenti disattese». 

Il covid limita #viadibanda020 #fellini100, ma non lo ferma.

«Mi sono chiesto – continua Terenzicome sarebbe stata un’estate senza Viadibanda, la risposta, ovvia, non sarebbe stata estate. Per questo ho pensato di crescere, sfidare il periodo difficile e cogliere l’anima del festival, la sua sintesi più perfetta, per creare un evento nuovo, diverso, unico nel suo genere. Un evento ad emozioni forti, nella sua identità artistica e visiva. Un evento con diversi spettacoli, rigorosamente gratuiti, ma su prenotazione. Sarà un Viadibanda unico, perché appassionatamente resiliente e volontariamente figlio di questi tempi. Non mi sono mai arreso e non lo farò neanche stavolta: il mio amore per la musica e le arti circensi, la bellezza ineguagliabile dell’antica borgo di San Donato val di comino, sono troppo grandi, troppo potenti per arrestarsi davanti ad una realtà sfavorevole». 

Via di banda, come sempre, continua con la sua voglia di sperimentare, osare e tentare di trasformare l’ordinario in straordinario: saranno queste le coordinate che guideranno anche questa edizione speciale di Viadibanda. Un’edizione completamente nuova, sia in termini artistici che organizzativi, che permetterà da un lato di rispettare le normative (prevedendo spettacoli con repliche a numero chiuso, su prenotazione) e dall’altro di celebrare la bellezza e l’importanza dell’arte in tutte le sue forme, come antidoto contro il senso di sfiducia, incertezza e precarietà derivato dalla pandemia. 

Gli spettacoli si terranno in p.zza Quadrari, all’interno del meraviglioso centro storico di San Donato Val di Comino.

Il programma comprenderà interventi, nella location del centro storico di San Donato Val di Comino, di gruppi internazionali del teatro da strada, concerti a cura di marching band nazionali ed internazionali,  Mo better band, Zastava Orkestar,  Sbandati bateria de Samba,  Sassinfunky streetband, Orchestra popolare di organetti, Z/S music and visual art, Lucignolo e il  fuoco, Seta danza aerea, Circo improvviso, Zoert l’uomo orchestra, drumbo drummer Batterista rasoterra, lucciole felliniane, Milizia dei folli, Brillo il funambolo, Circotello, Circolì farfalle luminose. 

Donato Formisano
Donato Formisano

Le parole di Formisano

Gli appuntamenti con #viadibanda020 #fellini100 saranno il 30 luglio e il 1 agosto e ci sarà poi un’altra serata speciale l’11 settembre con Neri Marcoré e l’Orchestra Bottoni. «La nostra banca – spiega Donato Formisano, presidente della Banca Popolare del Cassinate, partner dell’evento conferma la partnership avviata con Via di Banda fin dalla sua prima edizione. Un grande spettacolo a cielo aperto, che valorizza uno dei borghi più belli e caratteristici del nostro territorio e trasforma vicoli, Piazze, strade di San Donato Val di Comino in un grande palcoscenico per  bande marcianti, artisti, Buskers, guitti,  artisti di strada. Via di Banda racchiude molti dei valori della nostra banca, primi fra tutti la valorizzazione del territorio e la promozione dell’arte, della cultura, della bellezza. Un patrimonio artistico, paesaggistico, naturalistico da tutelare e, ancora una volta, la nostra banca c’è e si schiera in prima linea in questo grande progetto». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares