Cartoline da Paliano, XIX estemporanea di pittura dedicata a Giacomo Lisia

Sabato 10 Agosto 2019 la città di Paliano ospiterà artisti da tutta Italia per la 19ª estemporanea di pittura “Premio Giacomo Lisia” dal tema “Cartoline da Paliano,” un evento, patrocinato dal Comune di Paliano e curato dall’Associazione Culturale Terre Rare.

Come per le passate edizioni, i vicoli, i monumenti, le piazze e gli scorci del centro storico saranno occupati dagli artisti che, attraversi i propri linguaggi pittorici, racconteranno la bellezza del territorio palianese, creando le loro “cartoline da Paliano” interamente in loco, così da promuovere il concetto di arte ed empatia su scala sociale.

L’intervento dell’assessore

“Anche quest’anno – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Cultura, Valentina Adiutori – abbiamo l’onore di ospitare nella nostra città l’ennesima edizione di un evento che parla della nostra identità più sincera, quella ritratta dall’opera del nostro concittadino Giacomo Lisia. Per un giorno il centro storico diventerà uno studio di pittura a cielo aperto, uno spazio di condivisione, studio e confronto in cui celebrare le bellezze di Paliano e il ricordo di un grande artista, insieme ai nostri concittadini e alla famiglia Lisia, da sempre attenta e partecipe alla manifestazione”.

Le parole del sindaco

“L’estemporanea dedicata a Giacomo Lisia – è stato il commento del sindaco Domenico Alfieri – rappresenta il dovuto omaggio a uno dei nostri cittadini più illustri, un pittore che ha legato il proprio nome e la propria produzione artistica alla nostra città. Questa nuova edizione permetterà di rinsaldare lo stretto nesso tra memoria e arte che è alla base della grandezza di Lisia”.

Le modalità

La partecipazione al concorso di pittura estemporanea è consentita a tutti gli artisti italiani e stranieri, di qualsiasi tendenza artistica e con qualunque tecnica pittorica previa iscrizione come da regolamento.

Le opere dovranno essere terminate entro le ore 17,30 e riconsegnate nella sede dell’Oratorio Parrocchiale di Corso Vittorio Emanuele II, dove verrà allestita l’esposizione e dove si riunirà la giuria di esperti.

La giuria scelta dall’organizzazione visionerà le opere e stilerà una graduatoria finale con giudizio insindacabile, inappellabile e definitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares