Nasce la Fondazione Istituto Tecnico Superiore Meccatronico del Lazio

Un gioco di squadra tra imprese, scuola e mondo universitario per dare risposte concrete alle aspettative occupazionali dei giovani diplomati. Questo l’obiettivo di Unindustria Frosinone, che nella sede di via del Plebiscito 15, nel corso di conferenza stampa, ha presentato la ‘Fondazione Istituto Tecnico Superiore Meccatronico del Lazio’. Il percorso formativo si svolgerà all’interno dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Galilei” di Pontecorvo.

Il progetto

Coordinato dall’associazione datoriale, il progetto nasce dal forte interesse espresso da alcune aziende associate del territorio laziale nel costituire un percorso di specializzazione tecnica, post diploma, in grado di formare capitale umano dotato di professionalità specifiche ed adeguate ad affrontare le sfide del futuro, in primis quelle legate ai nuovi paradigmi produttivi connessi con Industria 4.0 e con la trasformazione digitale delle imprese. L’ITS si rivolgerà, in linea prioritaria, ai giovani neodiplomati degli Istituti tecnici e professionali, per promuovere un legame stabile tra sistema formativo, territorio e imprese e favorire lo sviluppo ed il consolidamento di una cultura positiva della manifattura.

 

Its pontecorco galilei il corriere della provincia unindustria cioaciaria frosinone

 

L’intervento di Turriziani

“Unindustria ha promosso la costituzione dell’ITS  – ha evidenziato Giovanni Turriziani, Presidente di Unindustria Frosinone –  con la finalità di far incontrare  domanda e offerta di competenze. Secondo dati forniti da Orientagiovani Confindustria nel gennaio 2019, infatti, nel triennio 2019-21 si prevede di inserire nel settore manifatturiero oltre 193mila tecnici, ma uno su tre è di difficile reperimento. Per tentare di porre rimedio a questo gap – ha argomentato – abbiamo promosso la Fondazione ITS che vuole valorizzare i giovani, in particolare quelli delle province di Frosinone e Latina. La Fondazione è un gioco di squadra tra imprese, scuola e mondo universitario per dare risposte concrete alle aspettative occupazionali dei nostri giovani diplomati e creare uno sbocco lavorativo sicuro”.

La soddisfazione di Stirpe

“Sono molto orgoglioso di questa iniziativa – ha affermato Maurizio Stirpe, Vice Presidente di Confindustria e Presidente della Fondazione ITS – perché è un modo molto concreto di rispondere a una esigenza reale del territorio, e cioè creare occupazione. Un’impresa prospera se il territorio su cui essa agisce, cresce. Questa è la principale finalità della nostra Fondazione, che nasce proprio per far incontrare domanda ed offerta di lavoro. Non vogliamo soldi, ma solo essere messi in condizione di portare avanti il progetto”.

Obiettivo: creare occupazione

Stirpe ha, inoltre, fatto notare che “le imprese, e la mia per prima, richiedono manodopera preparata e professionalizzata. Infatti tutte le aziende che hanno già aderito si sono impegnate alla fine dei due anni formativi dell’ITS ad assumere gli studenti, perché formati dietro nostre precise indicazioni. Questa – ha argomentato – è la strada migliore per creare occupazione sicura. D’altronde, basti vedere la Germania, dove  gli ITS formano ottocentomila lavoratori, mentre da noi soltanto ottomila. Anche in Italia bisogna valorizzare corsi così virtuosi.  Per il futuro – ha concluso il vicepresidente di Confindustria  – la Fondazione è aperta a tutte le aziende che vorranno entrarvi a far parte, purché disposte a finanziare la formazione dei giovani e poi a rispondere alla domanda di occupazione degli stessi”.

L’intervento di Pompeo

“Questo territorio – ha affermato il presidente della Provincia – dimostra di saper fare squadra. A questo tavolo oggi sono seduti i rappresentati del pubblico e quelli dell’impresa.  Troppo spesso – ha sottolineato – abbiamo parlato di politiche passive, ora parliamo di politiche attive. Ovvero creare le condizioni affinché i giovani possano trovare occupazione.  Ritengo – ha argomentato – che dietro una crisi economica si nasconda sempre una crisi di carattere formativo. Noi, come Provincia, per evitare ciò abbiamo investito nell’Agenzia Frosinone Formazione che sta dando risposte concrete a tanti giovani. L’iniziativa di oggi dimostra il forte legame che esiste tra le aziende, anche quelle multinazionali, e questa terra. Su questa fondazione – ha concluso – ci sono aspettative e interesse. E come presidente della Provincia – ha concluso – sono contento di poter dare un valore aggiunto, recitando un ruolo importante. Spero che la Regione faccia altrettanto”.

Le parole del rettore e della preside

“Era un tassello – ha detto Betta – che mancava in questa provincia.  Esserci riusciti è motivo di grosso compiacimento.  A volte le imprese ritengono che a tali tavoli non ci sia bisogno della presenza delle università. Altre volte sono gli atenei a rifiutare tale opportunità, perché ritengono che si tratti di un percorso in competizione. L’obiettivo dell’Ateneo di Cassino, invece, è la crescita culturale dei ragazzi e delle imprese di questo territorio. Per questo – ha concluso – forniremo il massimo apporto”.  E Lucia Cipriano ha aggiunto: “In questa maniera stiamo costruendo il futuro ai nostri giovani che al momento si trovano in grosse difficoltà per quanto riguarda la ricerca di un posto di lavoro. Visto e considerato che le imprese hanno bisogno di materiale umano specializzato – ha concluso –  crediamo fermamente che la costituzione dell’Its  possa creare quelle figure professionali che occorrono al mondo del lavoro”.

Ecco chi ha aderito

Oltre ad Unindustria hanno aderito alla Fondazione le aziende Prima Sole Components S.p.A. (Fr); Bitron S.p.A. (Fr); Europlastics S.r.l. (Fr); Star S.r.l. (Lt), l’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Galilei” di Pontecorvo, l’ Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, L’Amministrazione Provinciale di Frosinone ed Unindustria Perform S.r.l., ente di formazione.

 

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione