Provincia: Marzia Bianchi inaugura la mostra ‘L’invisibilità non è un superpotere’

È stata inaugurata questa mattina, nell’atrio di Palazzo Jacobucci, sede dell’Amministrazione provinciale di Frosinone, la mostra di Marzia Bianchi, ‘L’invisibilità non è un superpotere’, già esposta ad Isola del Liri.

“Questa mostra – ha detto Sara Battisti, , presidente della commissione regionale Affari Istituzionali, in occasione del taglio del nastro – attraverso le radiografie di donne arrivate in Pronto Soccorso a seguito di atti di violenza, ha la capacità di penetrare l’animo umano, perché spiega che la violenza è crudele, lascia segni indelebili”.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17, fino al 15 dicembre. Oltre all’artista e alla consigliera regionale era presente anche la portavoce del progetto ‘Artemis’ della Provincia, la dottoressa Emanuela Piroli.

battisti bianchi piroli
Da sinistra Battisti, Bianchi e Piroli

“Questo spazio – spiega ancora la Battisti – permetterà di raggiungere diverse persone e le dara la visibilità che merita. Dall’inizio dell’anno ad oggi in Provincia di Frosinone sono state 262 le donne refertate a seguito di violenza fisica ma le associazioni e la rete sanitaria ci sottolineano che ogni giorno sono molte le donne che subiscono violenze fisiche, psicologiche ed economiche che rimangono nel silenzio”.

“Ringrazio – conclude – la responsabile del Progetto Artemis, Emanuela Piroli , il presidente della Provincia Antonio Pompeo che ospiterà la mostra, il presidente Nicola Zingaretti per aver reso tutto ciò possibile e, ovviamente, l’autrice della mostra, Marzia Bianchi di Pangea Onlus-Rete Reama, che continua ad accompagnarmi nel viaggio del contrasto alla violenza di genere e nella lotta alle diseguaglianze, tramite la sua arte”.