Ferentino, svolta storica per la Paolini: Pompeo chiude l’era della Stu. L’edificio torna ad essere una scuola

Il sindaco Pompeo mette fine alla vicenda della Stu e ‘salva’ la Paolini che tornerà ad essere un edificio scolastico. Sarà questo l’argomento più importante tra i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale.

Lo aveva detto in più occasioni che avrebbe trovato una soluzione a una vicenda nata nel 2007 attraverso la costituzione di una società pubblico privata, con lo scopo di trasformare e riutilizzare l’edificio Paolini e l’area adiacente, ricavando all’interno della struttura  uffici, abitazioni, negozi e spazi polifunzionali. Per una serie di ragioni, tra le quali il rinvenimento di resti archeologici, la crisi del mercato immobiliare e, di conseguenza, la diffidenza delle banche a sostenere economicamente l’operazione, il progetto ha subito una battuta d’arresto.

L’operazione di salvataggio prevede l’uscita del socio privato, la procedura di liquidazione della società e una notevole riduzione delle somme che il Comune dovrà sborsare per gli interventi effettuati, tra i quali gli scavi archeologici, che saranno comunque utili per il futuro progetto che si andrà a realizzare. In questo modo si è evitato, soprattutto, il rischio di una procedura fallimentare che avrebbe significato la perdita definitiva della Paolini, che tornerà, invece, nella disponibilità dell’Ente.

Pompeo: una delle sfide più difficili che sapevo di dover affrontare

“È una delle sfide più grandi e difficili che sapevo di dover affrontare all’atto del mio insediamento – è il commento del primo cittadino, Antonio Pompeo –  Dopo il grande lavoro di valorizzazione della città,  messo in campo in questi anni dalla mia Amministrazione, era per me un grande cruccio vedere l’edificio Paolini, ubicato in una delle zone di maggior pregio della città, in uno stato di abbandono e incuria. È stato un lavoro difficile e complesso: avrei potuto scegliere strade più facili e rapide ma che avrebbero certamente penalizzato Ferentino. C’è voluto del tempo però alla fine ce l’abbiamo fatta. La scuola Paolini tornerà patrimonio comunale ma la cosa più bella e importante è che tornerà ad essere quello che tutti i cittadini vogliono che sia: una scuola. Finisce l’era della Stu e si apre una nuova pagina per la nostra città che a breve annunceremo”.