Asl: in Provincia un convegno sulle neoplasie testa-collo

I tumori del distretto testa collo rappresentano il 5% di tutti i tumori, hanno un’incidenza di 25 nuovi casi all’anno per 100.000 abitanti e necessitano di un approccio multidisciplinare e ultraspecialistico. Nella Asl di Frosinone a partire da marzo 2021 è stato istituito il Gruppo Oncologico Multidisciplinare per il trattamento dei tumori del distretto testa-collo presieduto dal Dott. Andrea Marzetti Direttore UOC ORL e Chirurgia Cervico Facciale e composto da tutte le figure professionali che ogni giorno sono impegnate nella faticosa lotta contro il tumore.

Il GOM testa collo della ASL di Frosinone si riunisce ogni lunedì in maniera telematica, in accordo con le disposizioni ministeriali, e si compone dei direttori delle UOC di: oncologia diretta dalla dottoressa Cecilia Nisticò; otorinolaringoiatria diretta dal dottor Andrea Marzetti, radioterapia diretta dal dottor Pieromaria Bianchi, anatomia patologica diretta dal dottor Piero Alò, radiologia diretta dal dottor Filippo Costanzo, chirurgia maxillo facciale diretta dal dottor Andrea Marzetti e il case manager l’infermiera Tersa Maramao.

La consapevolezza dei pazienti oncologici di non avere un unico medico di riferimento ma un team affiatato di specialisti è uno dei tanti risvolti del GOM che, umanizzando i servizi, semplificando le procedure burocratiche, facilitando l’accesso ai servizi, mira al miglioramento della qualità di vita di questi pazienti.

Il 17 settembre 2021 la sala consiliare della Provincia di Frosinone ha ospitato il convegno  ‘Tumori testa-collo: la nostra squadra per la gestione della neoplasia del distretto testa-collo’, organizzato dalla ASL di Frosinone.

Filo conduttore di tutto il convegno è stato il concetto di condivisione e di proficuo confronto che assicura al singolo paziente un inquadramento plurispecialistico a 360 gradi, che tiene conto, dunque, di tutte le variabili associate al suo iter diagnostico e terapeutico: problemi anestesiologici, valutazioni radiologiche e istologiche, opzioni chirurgiche, radioterapia e necessità di trattamento sistemico con chemioterapia.

Durante il congresso tutti gli specialisti hanno avuto modo di condividere la propria esperienza sul campo sottolineando le innovazioni, i dispositivi all’avanguardia, le recenti acquisizioni e i percorsi facilitati che permettono di trattare efficacemente nella ASL di Frosinone una patologia così complessa.

I risultati presentati a fine congresso, soprattutto se interpretati alla luce di un periodo così complesso, sono davvero incoraggianti: da marzo 2021 ad oggi sono stati visitati presso l’ambulatorio oncologico di Otorinolaringoiatria ben 144 pazienti, di questi 65 sono stati discussi e condivisi in ambito multidisciplinare. Il tempo di attesa tra la prima valutazione e l’inizio della prima terapia,  è stato inferiore a 30 giorni per l’81% dei pazienti.

L’istituzione del Gruppo Oncologico Multidisciplinare nella ASL di Frosinone garantisce un’alta qualità e intensità dei servizi destinati ai pazienti affetti da neoplasia della testa e del collo, abbattendo le dispersioni burocratiche e i tempi di attesa soprattutto nella fase diagnostica e di ridurre a meno di 30 giorni il periodo che intercorre tra il primo accesso e l’inizio del percorso più idoneo.