Arpino: la Fondazione Mastroianni accoglie il ritratto di Milva

Sabato 9 ottobre alle ore 17, la collezione permanente della Fondazione Umberto Mastroianni accoglie una nuova opera: il ritratto di Milva, splendido bronzo realizzato nel 1994/95, donato da Martina Corgnati, figlia dell’artista scomparsa la scorsa primavera e membro del comitato scientifico, sia aggiunge al patrimonio della Fondazione per arricchire il percorso espositivo e permettere di approfondire la  complessità di uno dei maggiori scultori del XX secolo.

pompeo rea
Pompeo, Rea e Chietini durante un’inaugurazione passata

Il presidente della Fondazione Andrea Chietini e il direttore Loredana Rea esprimono grande soddisfazione e gratitudine nei confronti della Corgnati: “Grazie alla generosa donazione di Martina Corgnati – dicono – la collezione permanente delle opere di Umberto Mastroianni della Fondazione si arricchisce di un pezzo unico che, oltre ad avere uno straordinario valore artistico, ha un alto valore iconografico rappresentativo di una delle più grandi protagoniste della musica, del teatro e della cultura italiana che ha calcato i più grandi palcoscenici al mondo: Milva. Vogliamo esprimere a Martina la profonda gratitudine della Fondazione Umberto Mastroianni per il gesto significativo di grandissima generosità e sensibilità, oltre che per l’affetto e l’attaccamento dimostrato nei confronti della Fondazione stessa, della Provincia di Frosinone e della Città di Arpino”.

Milva con la figlia Martina Corgnati e l’opera donata alla Fondazione

I presenti alla cerimonia

Sabato la cerimonia sarà aperta dai saluti del presidente Andrea Chietini, del sindaco della Città di Arpino Renato Rea e dal presidente della Provincia Antonio Pompeo. I lavori proseguiranno con gli interventi e i contributi di Loredana Rea, direttore della Fondazione Mastroianni; Franco Marrocco, membro del Comitato scientifico della Fondazione Mastroianni e docente dell’Accademia di Brera; Martina Corgnati, storica dell’arte membro del Comitato scientifico della Fondazione Mastroianni e docente dell’Accademia di Brera e, infine, da Fabrizio Casinelli, direttore Comunicazione e relazioni istituzionali di Rai Com.

shares