Amministrative, Buschini evidenzia il successo del Pd: su Alatri occorre riflettere

“Il voto delle amministrative evidenzia un grande successo del centro sinistra e del Partito Democratico in tutto il Paese. Nelle grandi città italiane infatti, le nostre coalizioni in alcuni casi vincono al primo turno oppure hanno condizioni di vittoria al turno di ballottaggio. A partire da Roberto Gualtieri a Roma che, al primo turno, ha ottenuto un successo straordinario”. Lo evidenzia il consigliere regionale Mauro Buschini.

L’intervento

“Nella nostra provincia ci sono, per il Pd, belle conferme come quella di Gianfranco Barletta a Supino, di Giuseppe Villani ad Esperia, Mauro Bussiglieri a Collepardo. Così come straordinarie vittorie di giovani sindaci come Emiliano Cinelli a Msg Campano, Matteo Campoli a Fumone, Marina Di Meo ad Acquafondata, Fiorella Gazzellone a Terelle, Gianluca Latini a Trivigliano. Un grande successo anche per Angelo Palmieri a Torrice candidato nella civica che ha vinto”. 

Un abbraccio agli amici e compagni che non ce l’hanno fatta come Graziano Cerasi, Tarcisio Tullio, Daniele Peloso e altri esponenti candidati in liste civiche che non hanno ottenuto la vittoria, ma che sono certo continueranno a battersi per il bene delle nostre comunità”. 

La riflessione

“A Sora gli esponenti del Pd candidati nella lista civica “Sora Democratica” hanno ottenuto un ottimo risultato è con Luca Di Stefano sono laPrima coalizione per il ballottaggio. In ultimo, non per ordine di importanza, ma perché necessità di una riflessione in più il voto di Alatri, che ci vede sconfitti”. 

Dovremo aprire da subito una riflessione profonda sulla necessità di ricostruire un campo largo ed una proposta per la città, partendo dai prossimi anni dal ruolo di opposizione. Un abbraccio a Fabio, che si è speso con passione e dedizione. Se un dato positivo nella nostra coalizione c’è nel risultato di ieri ad Alatri è stato il protagonismo dei giovani, che si sono impegnati senza risparmiarsi mai, premiati anche dal personale consenso. Da loro occorre ripartire e renderli, senza esitazione, protagonisti di una nuova stagione”.