Elezioni Roma, gigantografie propagandistiche della Raggi. Ciacciarelli (Lega): opportuna e tempestiva la censura del Coremocom

“L’intervento del CORECOM che con propria delibera censura il comportamento del Sindaco di Roma Virginia Raggi intimandole di rimuovere le gigantografie propagandistiche che fanno riferimento al Progetto Microcredito, risulta quantomai opportuno e tempestivo e ripristina il corretto rispetto delle regole, durante la campagna elettorale”. Così in una nota il Presidente della III Commissione consiliare “Vigilanza sul Pluralismo dell’Informazione” Pasquale Ciacciarelli


“Nella delibera in questione infatti si evidenzia che “L’esposizione della gigantografia della sindaca Raggi del Comune di Roma Capitale, nell’ambito della mostra Storie di microcredito di Roma Capitale, in periodo di par condicio elettorale, tutt’ora in corso» è «avvenuta» in «violazione dell’articolo 9 della legge 28/2000» che disciplina le campagne elettorali”.
E’ di tutta evidenza che la Sindaca di Roma, in evidente difficoltà, peraltro certificata da tutti i sondaggi sul gradimento dei romani sui candidati Sindaco della Capitale, tenta con ogni mezzo di acquisire una ulteriore, indebita in questo caso, visibilità. Si tratta della solita foglia di fico utilizzata, fortunatamente per poco, per tentare di coprire gli anni di totale inadeguatezza amministrativa”.

shares