Frosinone, al Matusa la IX Festa della Scuola e della Costituzione

Dopo la pausa dello scorso anno, in piena pandemia, tornerà sabato 25 settembre, dalle 9, presso il Parco del Matusa, la Festa della Scuola e della Costituzione.

La manifestazione è stata istituita nel 2012 dall’amministrazione Ottaviani per promuovere la cultura dell’aggregazione tra gli studenti delle scuole elementari e medie del capoluogo che, ogni anno, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, sottolineano, con la lettura di uno o più articoli della Costituzione, il valore dell’Atto fondamentale della Repubblica italiana.

Il tema che sarà affrontato sabato e che sarà anche oggetto delle rappresentazioni artistiche e musicali degli studenti sarà quello illustrato dagli articoli 35 e 36 del Dettato Costituzionale. “La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni”, recita l’incipit dell’articolo 35. “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”, stabilisce, invece, l’articolo 36.

L’evento, giunto alla nona edizione, si svolgerà nel rispetto di tutte le misure di prevenzione. La Festa della Scuola e della Costituzione, oltre a voler costituire un momento di svago, serenità e ripartenza dopo le necessarie limitazioni e i disagi dell’emergenza epidemiologica, vuole essere, anche, un momento di riflessione sui nostri diritti e doveri di cittadini.

Le riflessioni del sindaco Ottaviani

“La nostra comunità, al pari dell’intero Paese, si sta lasciando alle spalle un periodo difficile, che ci impone, tuttora, di non abbassare la guardia, continuando a mettere in atto ogni misura per far sì che l’emergenza sanitaria sia relegata al passato – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – Negli ultimi mesi, i nostri bambini e i nostri ragazzi hanno affrontato sacrifici enormi, perché privati di quella socialità che accompagna e arricchisce le attività didattiche in presenza. All’interno delle classi, quotidianamente, i docenti portano avanti non solo quanto contenuto nei programmi scolastici, ma formano gli studenti nel senso più ampio del termine: grazie al rapporto diretto con il personale docente e non docente e con i propri coetanei, la classe dirigente del domani sarà in grado di riconoscere anche l’importanza di valori come la condivisione, la coesione sociale, la solidarietà”.

nicola ottaviani sindaco frosinone il corriere della provincia
Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani

“La Festa della Scuola e della Costituzione intende sottolineare questi aspetti fondamentali del percorso formativo, sviluppando, inoltre, una riflessione su uno o più articoli del Dettato costituzionale. In questo modo, si incoraggiano ed aiutano gli studenti ad approfondire lo studio della Carta fondamentale, frutto di una sintesi tra le diverse impostazioni culturali e politiche del 1948, ancora attuali, e diritto vivente del Paese, patrimonio di una nazione e di un popolo intero”.

shares