Veroli: botte alla madre per soldi con cui comprare droga, arrestato 31enne

Estorsione, maltrattamenti in famiglia e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere: con queste accuse, ieri pomeriggio, i carabinieri di Veroli hanno arrestato un 31enne dopo aver ricevuto una richiesta d’aiuto da parte della madre settantenne.

La donna, infatti, ha riferito ai militari di essere stata costretta dal figlio con minacce e violenze (spinte e pugni) ad andare al bancomat e prelevare del denaro dal suo conto corrente per consegnarglielo, affinché lui potesse acquistare droga.

I carabinieri, intervenuti presso l’istituto bancario, hanno immediatamente bloccato e perquisito l’uomo, che è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con una lama di 7 centimetri. Il trentunenne è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Civitavecchia, in attesa del rito di convalida.