Consorzio litorale nord, si volta pagina: non più appalti ma lavori in house

“I lavori in amministrazione diretta garantiscono risparmi economici, presenza attiva sul territorio ed instaurano un rapporto virtuoso con i consorziati che dell’ente, dopo anni di commissariamento, hanno un’immagine perlopiù negativa e disillusa. Proprio sulla concretezza anche mediante l’immagine, di concerto con il Comitato ed il Consiglio, vogliamo continuare a lavorare con progetti che portino risultati immediati all’interno di una progettualità che guarda al futuro prossimo del Consorzio in modo più virtuoso”.


Questa la dichiarazione del Presidente del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Niccolò Sacchetti (nella foto con Massimo Gargano e Andrea Renna) a seguito di un primo bilancio dello stato dell’arte dei lavori in amministrazione diretta partiti ad inizio anno per le aree consortili di ex Pratica di Mare e Maremma Etrusca, ricadenti nell’ambito del Programma di manutenzione ordinaria del Corsi d’acqua e di cui risulta ultimato oltre il 50% del programmato.


Da inizio anno sono iniziati i lavori, anch’essi in amministrazione diretta, del Servizio Pubblico di Manutenzione Tirreno (S.P.M., art. 35 legge regionale 53/98). Allo stato dell’arte attuale risultano ultimate le manutenzioni dei fossi Palidoro e Tre denari nel Comune di Città di Fiumicino e quella del Fosso Zambra nel Comune di Cerveteri, mediante interventi di sfalcio della vegetazione, spurgo dell’alveo e ripristino dell’efficienza del corso d’acqua. Sempre all’interno del SPM Tirreno sono previsti, entro fine anno, interventi di manutenzione del Fosso Sanguinara ricadente nel comune di Ladispoli e la pulizia del Collettore allacciante nel Comune di Santa Severa.
 

 
“Numeri alla mano – ha dichiarato il Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Andrea Renna – abbiamo effettuato in amministrazione diretta ed in poco più di 6 mesi la manutenzione di oltre 50 chilometri di fossi, registrando, rispetto ai lavori di manutenzione effettuati (in appalto) negli anni scorsi, un anticipo di 3 mesi sulla consueta tabella di marcia. Queste – ha concluso il Direttore Renna – sono le risposte che auspicavamo, consapevoli che le risorse e gli sforzi messi in campo saranno propedeutici per la salute futura del Consorzio di Bonifica Litorale Nord”.