Anbi Lazio protagonista al Macfrut 2021 con un progetto informatizzato per il settore irriguo

“Essere stati protagonisti come Anbi Lazio ad una kermesse di tale prestigio è la conferma che la strada intrapresa dai consorzi laziali è quella giusta” Così la Presidente di Anbi Lazio, Sonia Ricci, ha aperto il workshop sugli aggiornamenti per il monitoraggio dei dati irrigui che si è svolto a Rimini nell’ambito del Macfrut – Avicola, per presentare un progetto informatizzato per la lettura, gestione e controllo dei contatori irrigui, sviluppato dal Consorzio di Bonifica Litorale Nord insieme ad Evomatic.

“Stiamo continuando l’attività di sinergia – ha aggiunto la Presidente Ricci – con tutte le nostre strutture al fine di migliorare le attività. In questo quadro il supporto garantito dal Consorzio Litorale Nord è importante e potrà essere implementato e, se necessario, imitato. Nell’ultimo anno abbiamo raggiunto numerosi obbiettivi, tra cui il recente Protocollo d’intesa con Anci Lazio, per la difesa del territorio e dell’agricoltura, abbiamo presentato 26 progetti di efficientamento energetico al POR FESR Lazio, ricevendo finanziamenti per 5 milioni di Euro, sono stati presentati e finanziati, con 7,5 milioni di Euro, 10 progetti nel Piano di Sviluppo Rurale e siamo pronti ad affrontare le sfide future, partendo da quella, fondamentale, del P.N.R.R.”.


Il Direttore di Anbi Lazio, Andrea Renna, nel proprio saluto ha sottolineato che, quanto portato avanti nel consorzio romano, si deve tradurre nel quadro dei servizi che i Consorzi di Bonifica devono garantire. “Non possiamo essere codificati come un ente che chiede tasse. I Consorzi garantiscono servizi per l’irrigazione e per la salvaguardia idrogeologica e in questo senso devono essere concepiti, così come da anni accede in tantissime altre regioni, migliorando – ha concluso il Direttore Renna – in efficienza, efficacia e comunicando sempre meglio con consorziati e cittadini”


All’evento con il Direttore nazionale di ANBI, Massimo Gargano, sono intervenuti Il Sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, l’on. Francesco Battistoni, il Vice Presidente del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Vincenzo Rota. Hanno presentato il progetto il funzionario del C.B.L.N. che ha sviluppato il sistema informatizzato, il dott. Marco Tolli e l’Amministratore di Evomatic, Giovanni Borghi.


Il Direttore nazionale di ANBI, Massimo Gargano ha dichiarato che: “il paese sta uscendo dalla retorica sulle questioni ambientali dando al clima e ai sui cambiamenti la giusta centralità che meritano. Oggi i Consorzi – ha aggiunto il Direttore Gargano – escono dal recinto dell’esigenza agricola, affrontando tutti i temi che interessano il territorio, dal rispetto della bio-diversità al monitoraggio e controllo delle risorse naturali”.
Il Sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, l’on. Francesco Battistoni che ha manifestato apprezzamento per quanto fatto da Anbi Lazio e dal consorzio capitolino negli ultimi mesi, ha sottolineato: “Iniziative come queste vanno incentivate ed ampliate, sono fonte di finanziamento. I fondi messi a disposizione dall’Europa vanno spesi ed è compito del governo semplificarne le modalità d’accesso, ma allo stesso tempo servono progetti e all’ANBI va riconosciuto il merito di non fuggire dalle sfide”.
Vincenzo Rota, Vice Presidente del Consorzio di Bonifica Litorale Nord ha aggiunto “Dall’insediamento del consiglio d’Amministrazione, ci siamo imposti la regola di dover lavorare in modo corale e in sinergia. Il risultato è l’aver portato, per la prima volta, ad un evento nazionale come il Macfrut, un progetto realizzato dai funzionari del Consorzio che insieme al Presidente Niccolò Sacchetti, di cui porto i saluti, rappresentiamo”.


Hanno concluso il workshop i contributi video dell’assessore per le politiche ambientali della Regione Lazio, Enrica Onorati: “I Consorzi di Bonifica rappresentano un presidio di difesa del suolo, di custodia delle reti, di patrimonio idrico e di gestione e di utilizzo razionale delle risorse naturali del Lazio, in particolare quella delle acque, nelle zone bonificate garantiscono lo sviluppo agricolo e garantiscono un argine nei confronti del rischio idrogeologico.” E quello del Presidente di Acea Ato2, l’ing. Claudio Cosentino: “Stiamo portando avanti, con il Consorzio Litorale Nord, un progetto di utilizzo delle acque reflue che, una volta depurate, verranno immesse nelle reti del Consorzio, tornando ad essere nuovamente produttive.”