Le proposte delle Province del Lazio all’Upi. Pompeo: ora serve lo scatto

Si è svolta questa mattina, in videoconferenza, la riunione del direttivo Upi Nazionale. Il presidente Michele de Pascale, tra i vari punti all’ordine del giorno discussi, ha proposto all’assemblea la condivisione di un decalogo strettamente legato al dossier sulle priorità individuate dalle Province e da sottoporre all’attenzione del Governo.

 Il Presidente di Upi Lazio, Antonio Pompeo, nel suo intervento parla di una “ritrovata legittimazione dell’associazione. Bisogna fare lo scatto che ci permetta di raccogliere i risultati di questi anni. Tra le riflessioni poste all’attenzione del direttivo, emergono le questioni della certezza dei tempi, della centralità degli obiettivi e la necessità di condivisione con ANCI di un disegno di legge in cui si superare l’ancoraggio delle Regioni alla legge 56/2014. In particolare, anche con l’aiuto dell’UPI, occorre costruire un dialogo maggiore tra la Regione e l’associazione regionale delle Province del Lazio”.

“Non siamo enti di secondo livello”

Al termine del suo intervento Pompeo rivendica il ruolo delle Province: “Non è possibile definirci come Enti di secondo livello. Nel corso di questi anni difficili le Province sono diventate un punto di riferimento importante per i territori”.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione