Parco del fiume Cosa: Pizzutelli sollecita un tavolo tecnico immediato

La realizzazione del parco del fiume Cosa a Frosinone, da sempre costituisce un sogno, un  obiettivo, una volontà di moltissimi cittadini del capoluogo. Da anni se ne parla anche se i  solleciti e le esternazioni di procedere in questa direzione, a livello politico, hanno sempre visto  il centro sinistra cittadino in prima fila e l’attuale amministrazione Ottaviani decisamente  “tiepida e freddina” sull’argomento. Lo evidenzia il capogruppo del Pd Angelo Pizzutelli.

L’intervento

Questo governo cittadino ha sempre visto la realizzazione  di un parco del fiume Cosa come un obiettivo piu propagandistico che realizzabile in quanto  la sua realizzazione dovrebbe passare dapprima attraverso una profonda bonifica del fiume, del  suo alveo e delle sue sponde. Lavori questi, che secondo il primo cittadino, avrebbero richiesto  ingenti fondi al momento non disponibili. Ora, però, si apre una prospettiva nuova e non posso  far altro che sostenere compiutamente l’intervento del presidente del Laboratorio Scalo,  Anselmo Pizzutelli, che propone di ricorrere ai fondi che arriveranno dal Recovery Fund. Il Pd  ha sempre sostenuto la necessità di creare un’area di parco fluviale che dalle cascate dello  Schioppo di De Matthaeis arrivasse sino alla zona scalo. Realizzare un percorso pedonale ed  una pista ciclabile lontane dalle trafficate strade cittadine ed a contatto stretto con angoli  naturalistici intatti, una serie di staccionate di sicurezza e di delimitazione delle aree accessibili,  un impianto di illuminazione, una serie di panchine o aree cip-nic non sono interventi che  richiedono tantissimi fondi”.

“Ma per arrivare a questi obiettivi occorre dapprima mettere in  sicurezza il fiume, le sponde e drenare il fondo del fiume con interventi mirati volti alla sua  bonifica. In Italia stanno per arrivare miliardi di euro del cosiddetto Recovery Fund,  un’opportunità da non perdere dunque ed e’ per questo, in qualità di capogruppo del Pd, che  chiedo all’amministrazione comunale la convocazione di un tavolo tecnico e mettere in campo  le sinergie operative e politiche al fine di poter presentare una proposta che possa ricevere il  benestare della Regione Lazio e del Governo e consentire a Frosinone di coltivare un sogno  che proviene da lontano e che era stato esplicitato anche da delibere di giunta comunale come  atti di indirizzo volti alla riqualificazione del fiume Cosa (si veda anche la delibera di Consiglio  Comunale n. 26 del 27/06/2013…). “.

L’appello

Al Sindaco ed alla Giunta, pertanto, chiedo di riunire le  forze politiche senza trascurare le associazioni, per sviluppare un progetto che possa far  accendere i rfilettori su questo obiettivo. Il treno sta per passare e difficilmente potrà  ripresentarsi questa occasione. Occorre quindi non perdere tempo ma soprattutto crederci sino  in fondo per riuscire a reperire quelle disponibilita’ finanziarie necessarie all’avvio dell’opera  di bonifica e ad una completa realizzazione della stessa. Noi non ci rassegneremo mai all’idea  di avere una zona naturalistica così bella in Città e non poterla farla fruire, nel giusto modo, ai  nostri concittadini”.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8292 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione

shares