GallinaRock in tour: a Vallecorsa, nel frusinate l’ultima tappa

GallinaRock e successo sembrano far rima. Anche in questa estate insolita, dove a pagare il prezzo più alto di una crisi senza precedenti, sono proprio la musica, lo spettacolo e gli eventi più in generale. GallinaRock, invece, è riuscita a risuonare lo stesso, addirittura quadruplicando la propria programmazione. Sabato 26 settembre, a Vallecorsa nel cuore della Ciociaria, la quarta e ultima tappa del progetto “GallinaRock in Tour 2020”.

Dopo il live senza precedenti di James Senese e Napoli Centrale, prodotto su una location mozzafiato – i tetti di Gallinaro – l’Associazione Culturale ‘Talenti’ aveva trasferito e dislocato il format sull’intero territorio. Un appuntamento che si è fatto dunque itinerante, toccando le location più suggestive della Ciociaria. Dapprima, quasi in contemporanea, il 9 agosto, nel borgo medievale di Gallinaro e nella suggestiva Piazza San Francesco ad Arpino.

Senese sui tetti di Gallinaro

Dunque il 30 agosto scorso, la terza tappa, questa volta cassinate, nei locali del bellissimo Royal Museum di Coreno Ausonio. Qui si sono unite alle sonorità più propriamente rock, già rese magiche da Senese e dai Gemini – band vincitrice del contest 2020 – le melodie di Ennio Morricone. Un’autentica icona della musica internazionale, le cui interpretazioni sono state ai Solisti dell’Orchestra da Camera di Frosinone, con la straordinaria partecipazione di Maurizio Turriziani. Con una formazione – la stessa che andrà in scena a Vallecorsa – non proprio tradizionale per un’orchestra da camera. Già dall’orchestrazione, con tanto di batteria, tastiera, basso e chitarra elettrica.

Gemini, vincitori del contest

Un progetto dunque capace di sconfinare anche in tema di programmazione musicale, insieme alla mission sociale, all’attenzione per l’arte e la creatività. Garantita anche nell’ultima tappa l’area artistica “GallinArtRock”, la cornice artistica ai live musicali. Estemporanee, performance in live painting e mostre – questa volta di Paola Fontana – già firmata nei precedenti appuntamenti dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone. La stessa Accademia che ha prodotto in esclusiva il premio alla band vincitrice del contest 2020.

Il premio realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone

Un contest che, come si è detto più volte, porta bene, quello del GallinaRock, su cui si sono esibite dal 2009, oltre 220 band per un totale di circa 1.100 musicisti.

Senza dimenticare che da qui sono passati Nada, 99 posse, Stato Sociale, Bandabardo, Kutso, Velvet, Marlene Kuntz, Nada, Modena City Ramblers, Linea 77, Tony Esposito, Bud Spencer Blues Explosion, Marta sui Tubi, Nobraino, Tony Esposito, Piotta, Frankie Hi Nrg, Giorgio Canali e tanti altri. Molti di loro ben prima di conoscere il successo del grande pubblico. Visibilmente soddisfatti gli organizzatori, per essere riusciti a produrre ancora una volta un evento unico nel suo genere. Anche nelle buone pratiche, il progetto infatti, che già dallo scorso anno aderisce al ‘Climate Positive’, ha fatto divieto di utilizzo di plastica usa e getta. Un evento a tutti gli effetti ‘Plastic Free’, fornendo agli artisti ed a tutto il personale coinvolto, materiali ecologici, compostabili, biodegradabili.

shares