Sora, inquinamento del Liri: Ciacciarelli presenta un’interrogazione

Da giugno  sul fiume Liri a Sora sono state segnalate importanti morie di pesci. In seguito a ciò, l’Arpa Lazio è intervenuta, effettuando campionamenti di acqua del fiume successivamente analizzati nei propri laboratori, rendendone disponibile al pubblico i risultati”. Così il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega).

L’intervento

“In particolare, per un campione prelevato presso il Ponte Cavalieri di Vittorio Veneto nel Comune di Sora sono risultati elevati valori dei parametri BOD5 e COD, azoto ammoniacale, azoto nitroso e solidi sospesi. Si sono, inoltre, rilevate concentrazioni di alluminio, ferro e manganese, nonché presenza di metalli quali nichel, piombo, cromo in concentrazioni significative. Si è rilevata inoltre la presenza di indicatori di contaminazione fecale. Ma anche la presenza, se pur minima, di idrocarburi pesanti (C>12) e tensioattivi; tali valori rilevati destano non poche preoccupazioni per la qualità ambientale del fiume Liri, ma soprattutto per la salute dei cittadini”.

L’impegno

“Pertanto ho presentato un’interrogazione urgente a Zingaretti per capire quali provvedimenti la Regione Lazio intende assumere, al fine di chiarire tutte le cause che hanno contribuito ai recenti gravi fenomeni di inquinamento ambientale nelle acque del fiume Liri e se intenda, a tal fine, valutare la possibilità di sollecitare le ARPA territorialmente competenti, affinché individuino in maniera congiunta la più idonea campagna di monitoraggio necessaria a verificare tempestivamente la situazione e prevenire il verificarsi di nuovi e ingenti danni alla biodiversità”.

La priorità deve essere data alla salute di tutti i cittadini e alla tutela del patrimonio naturale delle regioni per i quali i fiumi rappresentano ecosistemi fragili e delicati e, come tali, particolarmente rilevanti per l’equilibrio del territorio, sistemi di monitoraggio pur a cadenza mensile messi in atto dalle agenzie regionali per la protezione ambientale competenti, non sembrano essere stati sufficienti a rilevare tempestivamente fenomeni di inquinamento e quindi ad intervenire con misure adeguate per prevenire i danni e i rischi e ripristinare il buono stato ambientale delle acque”.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8300 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione