Anagni, il Comune ottiene 110 mila euro per l’adeguamento anti-covid della scuole

Ad Anagni 110.000 euro di fondi dal Ministero dell’Istruzione per l’adeguamento e l’adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche delle scuole comunali a seguito delle nuove norme di distanziamento e sicurezza per il Covid-19.

Davide Salvati il corriere della provincia anagni frosinone ciociaria
Davide Salvati

L’intervento di Salvati

La richiesta è stata presentata dal consigliere subdelegato ai Bandi e Finanziamenti Davide Salvati (FdI) che dichiara: “Per l’Amministrazione Natalia gli interventi sulle scuole hanno una importanza strategica perché sono legati al presente ed al futuro delle giovani generazioni. Sono i luoghi di formazione ad essere messi in primo piano nella nostra azione amministrativa ed è per questo che ho ritenuto fondamentale presentare immediatamente una richiesta di finanziamento al Ministero dell’Istruzione per l’adeguamento degli spazi delle nostre scuole comunali. La sicurezza nelle scuole è argomento di dibattito continuo, la nostra azione amministrativa quotidiana punta a colmare, almeno nella nostra realtà cittadina, un gap strutturale delle scuole italiane. Ecco perché questo tipo di finanziamento assume una valenza ancora maggiore”.

Natalia e Ambrosetti

Le parole di Ambrosetti

Il consigliere subdelegato alla Pubblica Istruzione ed Edilizia Scolastica Riccardo Ambrosetti (FdI) entra nel dettaglio del progetto: “Grazie a questi fondi ottenuti dal consigliere Salvati potremo procedere all’acquisto di nuovi arredi scolastici per tutti gli istituti di proprietà comunale. Questi arredi rispondono alle caratteristiche richieste dalle nuove norme sulla sicurezza ed il distanziamento che da settembre saranno valide per tutte le scuole e che permetteranno ai nostri studenti di tornare sui banchi dopo mesi di incertezza. Lo stato degli arredi scolastici è sempre un indice utile a valutare gli standard di una scuola, sia per quel che riguarda i servizi che per la semplice vivibilità degli spazi. Oggi possiamo dire con certezza che a settembre gli alunni, i docenti ed il personale potranno tornare in scuole che, per quel che riguarda la sicurezza anti-Covid, disporranno di meccanismi all’avanguardia”.

La soddisfazione di Natalia

Soddisfatto per il risultato raggiunto il sindaco Daniele Natalia che traccia una linea per il futuro: “Adeguare oggi le scuole cittadine alle norme anti-Covid non è solo una necessità dettata dai tempi ma anche una scelta convinta dell’Amministrazione che ha deciso di impegnare risorse proprie e di richiederne altre, con successo per di più, per avere istituti scolastici in linea con gli standard odierni che sono sempre più stringenti e soprattutto attenti alle necessità di chi la scuola la vive tutti i giorni. A settembre ci faremo trovare pronti da questo punto di vista, non ne ho dubbi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares