Saf, Del Brocco: non è tollerabile che sia Ciacciarelli a parlare di inciuci

“Mi risulta che in questi minuti, Ciacciarelli sia in visita all’ospedale di Alatri. Gli consiglio una visita psichiatrica, perché non è tollerabile che sia proprio lui a parlare di inciuci”. Non usa mezzi termini Riccardo Del Brocco, nel criticare il consigliere regionale della Lega che oggi ha parlato di inciuci tra Pd, Fdi e Fi per il rinnovo del Cda della Saf

L’intervento

“Sono stato vice coordinatore provinciale di Fi quando stava al 25%, dipendente della Saf, politicamente molto vicino a questi personaggi.. talmente vicino da essere pugnalato alle spalle, senza onore, come solo i vigliacchi fanno. Ho tante colpe, sicuro quella di averlo fatto votare da migliaia di cittadini, ma chi mi conosce sa che sono un uomo di squadra e la squadra decise per il più funzionale, non il più bravo”.

“Lo votammo, lo eleggemmo. Ma se davvero ho una colpa è di aver taciuto in questi anni quando Tommaso Ciccone, solo contro tutti, veniva svenduto sull’altare degli accordi trasversali di Ciacciarelli. Di aver taciuto in decine di occasioni, sul Cosilam, sulla presidenza di commissione figlia del viaggio in Scozia, sulle sconfitte nei comuni, sulla Saf e le dinamiche degli ultimi 5 anni almeno. Su tante e troppe occasioni. Ma certo a tutto c’è un limite”.

Stasera davvero, stentavo a credere ai miei occhi. È come sentire Rocco Siffredi scandalizzarsi per un bacio. È pornografia politica. Sono contento di aver preso le distanze, nonostante tutto, di aver chiuso seppur da vittima un rapporto politico malsano, distante dai miei modelli di riferimento anni luce. È il segno di una politica debole, allo sbando, che aldilà delle adesioni a pagamento non riesce a produrre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares