Nomine Saf, Rotondo, Picano e Maura: fuoco di fila contro Ciacciarelli

Non tardano ad arrivare gli strali nei confronti delle dichiarazioni del consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli in merito al voto dell’assemblea Saf.

Il primo è il sindaco di Pontecorvo, in quota Forza Italia, Anselmo Rotondo. “Ciacciarelli mente sapendo di mentire perché io ho partecipato alla Saf in qualità di sindaco e di esponente di FI: nessun inciucio, piuttosto di accordo, che è cosa ben diversa. I sindaci della Lega in sala (Ottaviani, Moscone e Frattaroli) non hanno votato contro: si sono astenuti. L’unico che ha votato no è stato Libero Mazzaroppi, sindaco di Aquino. Non si può mentire sapendo di farlo, solo per avere visibilità”.

anselmo rotondo pontecorvo il corriere della provincia
Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo

Continua Rotondo: “La conferma del presidente Migliorelli e del Cda Saf sono frutto del risultato del loro lavoro: hanno operato bene e questo è stato riconosciuto dalla maggioranza. Con ciò intendo dire che Pontecorvo ha ottenuto, anche grazie a tutti i sindaci di Forza Italia e di Fratelli d’Italia, di confermare un’ottima professionista qual è Daniela Mancinelli, componente del Cda che ha svolto un egregio lavoro in questi tre anni di mandato e che continuerà a fare nell’ambito del Consiglio di Amministrazione. Caro Ciacciarelli, ai cittadini bisogna sempre raccontare la verità”.

Picano: non permettiamo a nessuno di infangare la nostra credibilità

Indignato anche il vicepresidente provinciale di Fratelli d’Italia, Gabriele Picano: “Rimango allibito in merito alla dichiarazione del consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli sul presunto inciucio del nostro partito con il PD nel rinnovo del Cda della Saf”.

Gabriele Picano

Siamo sempre stati contrari a patti delle poltrone e non permettiamo a nessuno di infangare la nostra credibilità e coerenza. Siamo sempre stati contrari all’indirizzo politico dettato dalla governance Saf e nessun inciucio può mai essere addebitato al nostro Partito. Siamo indignati!”.

“Guardi piuttosto in casa sua, dal momento che non ha esitato a chiedere e ottenere nomine nel cda dell’Ater e in alcune Ipab. Ecco la sua grande coerenza”.

Maura: è lui il ‘re’ dell’inciucio

“Non permetto a nessuno men che meno a Ciacciarelli di attaccare l’onorabilità e la serietà del mio partito”.

Altri dardi infuocati contro il consigliere regionale della Lega arrivano dal capogruppo in Provincia di Fratelli d’Italia, Daniele Maura. “Ciacciarelli il transfugo, colui che con il suo viaggio in Scozia ha evitato la caduta di Zingaretti, colui che con la politica dell’inciucio ha ricoperto il ruolo di presidente del consorzio di bonifica, colui che con la politica dell’inciucio ha nominato i nuovi membri del cda Ater, colui che con la politica dell’inciucio è presidente della commissione cultura“.

Daniele Maura

“‘Comprendo’ la disperazione visti i tanti elettori della Lega che dopo gli ultimi ingressi made in Forza Italia hanno deciso di venire verso l’unico partito sovranità nazionale Fratelli d’Italia: la serietà non è di casa. FdI probabilmente per l’ultima volta non poteva influenzare la votazione, e poi la Lega non ha votato contro. Mascherina ti conosco!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares