Sanità: da domani ritornano attivi gli Ambufest. Inizia Frosinone

Da domani, 27 giugno 2020, riaprirà l’ambulatorio Ambufest di Frosinone, in viale Mazzini (ex Ospedale Umberto I), mentre il prossimo 4 luglio riaprirà sia a Cassino, in Viale De Bosis snc (ex INAM) sia a Sora, in Via Piemonte snc (ex Ospedale di Sora).

Questi Ambulatori di Cure Primarie, chiusi da marzo per l’emergenza Covid, saranno aperti a tutti i cittadini dalle ore 10 alle ore 19, nelle giornate di sabato, domenica e festivi.

Un supporto sanitario prezioso

In questi anni hanno gli Ambufest hanno svolto un lavoro prezioso, garantendo la continuità dell’assistenza territoriale nelle giornate prefestive e festive (quando non sono attivi gli ambulatori dei medici e pediatri di famiglia). Hanno garantito ai cittadini la possibilità di visite ambulatoriali per tutti quei problemi di salute per cui non è necessario recarsi nei Pronto Soccorso degli ospedali dove i pazienti con le malattia meno gravi, che non dovrebbero proprio arrivare al Pronto Soccorso, rischiano di attendere ore per minore priorità rispetto ai pazienti gravi che necessitano di cure immediate e salvavita.

distretto sanitario sora il corriere della provincia
Il Distretto C di via Piemonte a Sora dove è ubicato l’Ambufest

Gli Ambufest hanno contribuito ad evitare il sovraffollamento nei Pronto Soccorso, che costituisce sempre un problema, assolutamente da evitare in particolar modo in questo periodo in cui l’emergenza epidemica, se può dirsi ben controllata non è assolutamente finita. Sarà cura del medico dell’Ambufest inviare il paziente al Pronto Soccorso che ne avesse davvero necessità, attribuendo la priorità del caso.

Il ringraziamento a medici e pediatri

La Direzione Generale coglie occasione per ringraziare i medici di Medicina Generale e i pediatri di libera scelta per il preziosissimo lavoro svolto nei mesi trascorsi prendendosi cura dei cittadini costretti a casa dalle regole imposte dal lock down; altrettanto utile sarà nelle settimane che abbiamo davanti continuare ad evitare di far arrivare i cittadini al Pronto Soccorso limitandone il solo accesso a chi ne ha una reale urgente necessità, attraverso il lavoro che svolgono presso i loro studi medici, nei punti di assistenza territoriale (PAT) e con la continuità assistenziale assicurata di notte e nei festivi dai medici della guardia medica, garantendo assistenza in sicurezza ai cittadini di questa Provincia.

Si coglie occasione per esortare tutta la popolazione a non abbassare la guardia e a consolidare gli ottimi risultati nel controllo dell’epidemia sul nostro territorio in gran parte raggiunta proprio grazie ai corretti comportamenti della popolazione stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares