FdI, Lega e giochi di potere: dopo Gerardi sotto la ghigliottina anche Pulciani

Promoveatur ut amoveatur, ripetono i cultori della lingua latina. Letteralmente: sia promosso affinché sia rimosso. Perché quando ci si vuole liberare di qualche personaggio scomodo, allora lo si destina ad altri o alti incarichi, magari onorifici. Ma, comunque, che siano il più lontano possibile da dove potrebbe creare problemi.

Caos. Non esiste parola migliore che possa descrivere la situazione politica del centrodestra in provincia di Frosinone. In un valzer di nomine per la riorganizzazione del centrodestra, la prima testa che è volata è stata quella di Francesca Gerardi. Ed ora a rischiare è Paolo Pulciani, coordinatore provinciale di FdI.

Il Carroccio nella bufera

La Lega, infatti, nei giorni scorsi ha ‘promosso’ la Gerardi a vicecoordinatore regionale del partito di Salvini, togliendole di fatto il controllo della provincia di Frosinone. Ad assumere la decisione è stato Francesco Zicchieri. La parlamentare del cassinate è accusata di non essere riuscita a creare un gruppo forte e coeso. Insomma, quello che è avvenuto è una sorta di commissariamento informale per evitare uno scontro interno in vista delle comunali del prossimo autunno. E non solo. A sgomitare, infatti, per le future poltrone a regionali e politiche sono in molti. L’onorevole di Terracina vuole, quindi, avere il controllo diretto su un territorio che rischia di trasformarsi in una vera e propria polveriera in grado di far saltare in aria un Carroccio sul quale viaggiano anime diverse e piuttosto bellicose.

I fratelli coltelli

Ma la battaglia all’interno del centrodestra è più aspra e più ampia. La riorganizzazione, stando a rumors politici, riguarderà anche il movimento di Giorgia Meloni. La lama della ghigliottina politica potrebbe mozzare la testa di Paolo Pulciani. L’obiettivo è quello di mettere sotto tutela una serie di situazioni che il coordinatore provinciale non sarebbe stato in grado di governare a dovere. Chi tiene in mano le leve del partito sta infatti pensando, anche in questo caso, alla promozione per la rimozione. Tutto potrebbe avvenire attraverso la nomina di un commissario, il cui compito dovrà essere quello di “bloccare – ripetono all’interno di una parte di FdI – polemiche interne ed estremismi rissosi”.

Intrighi sotto traccia

In realtà per Lega e FdI in gioco ci sono le future candidature alle nazionali e i ticket per le regionali, che riserveranno non poche sorprese, basate anche su insospettabili accordi e intrighi sotto traccia.

Gianluca Trento

Giornalista dei quotidiani online "LaProvinciaQuotidiano.it" e "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News". In passato è stato anche Direttore Editoriale de "La Provincia", Direttore Responsabile del quotidiano "Ciociaria Oggi", Condirettore de "Il quotidiano della Ciociaria", giornalista di "Paese Sera", del settimanale "L’Inchiesta" e del quotidiano online "Il Corriere della Provincia".

Gianluca Trento ha 280 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianluca Trento