Assistenza domiciliare Ciacciarelli: “Distribuzione delle risorse non equa”.

“Con il Decreto del Commissario ad Acta 18 marzo 2020, n. U00046 è stato deciso di assegnare alle ASL del Lazio il provvisorio livello massimo di finanziamento per l’anno 2020, per Assistenza Domiciliare Integrata, pari ad un importo complessivo pari ad € 96.363.859,00 euro. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

L’intervento

Tenuto conto della ripartizione non equa delle risorse tra una ASL e l’altra, ho presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dal consigliere regionale Maselli, che ringrazio, per conoscere quali  urgenti provvedimenti, normativi e finanziari, la Regione Lazio intende assumere per procedere al necessario, razionale ed equo riequilibrio, delle risorse finanziarie da assegnare alle ASL RM 4- RM 6- RIETI – FROSINONE per l’anno 2020, per Assistenza Domiciliare Integrata”.

La Regione Lazio, infatti, non ha fatto altro che stabilire questi budget, sulla scorta dello storico, pertanto alcune ASL, come la RM 4- RM 6- RIETI – FROSINONE, che non hanno appaltato all’esterno tutti i livelli di ADI, quindi quelle che sono state più parsimoniose, si ritrovano, paradossalmente, con un enorme handicap, rispetto alle reali necessità.  In virtù di questo discutibile criterio adottato dalla Regione, le ASL interessate saranno in grado di far gestire agli erogatori accreditati, soltanto l’altissima intensità, o meglio l’ADI di III livello, e per i restanti livelli, I e II, dovranno provvedere internamente attraverso i CAD, nonostante l’esiguo numero di risorse umane.  Per i pazienti di queste 4 ASL sopra menzionate, continueranno le lunghissime file di attesa creando così, di  fatto sui territori, una sanità di serie “A” e una di serie “B”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares