Crescere in sicurezza: progetto per gli studenti dell’I.C.1 di Ferentino

Diffondere la cultura della prevenzione, della solidarietà ma, soprattutto, insegnare ai ragazzi comportamenti consapevoli in caso di allerta o emergenza. In una parola: resilienza.

È con queste finalità che l’Istituto Comprensivo I di Ferentino, sotto la guida della dirigente scolastica Angela Marone, ha pensato di sposare il progetto ‘Crescere in sicurezza. La Protezione Civile a scuola’, ideato e realizzato dall’Associazione di Protezione Civile A.V.E.R. (Associazione Volontari Emergenza Radio), che prenderà il via lunedì 17 febbraio e si articolerà in cinque giornate, a seconda dei plessi e delle classi interessate.

Il primo appuntamento è dedicato alle classi terze dei plessi Capoluogo, Domenico Salvatori, Pasciano, Simone Cola e Cameracanne: si svolgerà dalle 9.30 alle 11.30 nell’aula magna del plesso Capoluogo, che ospiterà anche le giornate del 24 febbraio (classi quarte) e 2 marzo (classi quinte) sempre nello stesso orario.

Il 9 e il 16 marzo, invece, il corso interesserà i plessi di Fumone Pozzi (classi terze, quarte e quinte) e Fumone Secondaria I.

L’obiettivo, come sottolineato dagli organizzatori e dalla dirigente scolastica, è quello di avvicinare i bambini in età scolare alle tematiche di Protezione Civile, educarli al senso del pericolo e ad acquisire comportamenti corretti e condivisi in caso di emergenza o calamità. Sensibilizzare la scuola e i bambini ai temi della Protezione Civile significa contribuire anche a introdurre valori fondamentali come quelli della solidarietà, della necessità di occuparsi degli altri e aiutarli.

antonio pompeo ferentino il corriere della provincia
Il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo

“Un progetto assolutamente encomiabile – sottolinea il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo – soprattutto perché trasmette ai nostri ragazzi l’importanza di conoscere regole e comportamenti corretti in caso di pericolo. La scuola si conferma un tramite fondamentale nella promozione di una cultura educativa improntata alla sicurezza e alla prevenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares