Fca, vertice alla Regione. Buschini: in consiglio la risoluzione che affianca i sindaci

“C’è una grande preoccupazione sul territorio da parte dei sindacati, dei lavoratori, delle aziende dell’indotto e degli amministratori, in primis il sindaco di Cassino che ha convocato un’assemblea di primi cittadini, ed ha sottoposto all’attenzione di tutti noi il grande tema della Fca”.

È preoccupato per le sorti della Fca di Cassino, per l’indotto e per i lavoratori del territorio il presidente del consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini, che ha incontrato alla Pisana i rappresentanti sindacali dello stabilimento e i sindaci del territorio per avviare un tavolo permanente sulla crisi. L’incontro che è durato oltre 2 ore per affrontare a tutto tondo la questione che sta minando la stabilità lavorativa e sociale del territorio del basso Lazio.

L’intervento

“Il tavolo è andato molto bene – ha spiegato Buschini – è stato un confronto durato circa 2 ore con i sindacati, i sindaci della Consulta del Basso Lazio guidata dal presidente, il sindaco di Cassino Enzo Salera e ci ha raggiunti anche l’assessore regionale al Lavoro Claudio Di Berardino. Domani – ha annunciato – in Consiglio regionale sarà presentata una risoluzione che affianca la richiesta dei sindaci di una convocazione al ministero, alla presenza di Fca per capire le intenzioni di investimento dell’azienda e l’applicazione del piano industriale. C’è grande preoccupazione sul territorio, e alcuni argomenti li affronteremo nella risoluzione, dall’istituzione di una nuova area di crisi complessa fino agli ammortizzatori sociali che sono un elemento di preoccupazione per il sindacato. Chiediamo al governo di fare marcia indietro sull’ecotassa, il rifinanziamento della legge 46 che finanzia l’indotto della Fiat, con sostegno non solo a Fca ma anche a tutto il suo indotto.

Cresce la preoccupazione

“La Regione vuole raccogliere questa preoccupazione che arriva dal territorio. Il cassinate regge almeno per il 70 per cento su Fca” ha sottolineato ricordando che “il mercato delle immatricolazioni da giugno dello scorso anno a giugno di quest’anno ha conosciuto l’11 per cento di calo. Cresce la richiesta di giornate di stop, di fermo per cassa integrazione, comprese le ferie del prossimo mese ci saranno molti giorni di stop dello stabilimento e quindi cresce una preoccupazione”.

 

fca cassino ciacciarelli ecotassa cinque stelle regione lazio il corriere della provincia ciociaria

Il commento di Valente (Ugl)

 

Riteniamo positiva l’iniziativa da parte del presidente del consiglio regionale Mauro Buschini di dare voce alle istanze della consulta dei sindaci del cassinate e delle organizzazioni sindacali, e ascoltare quelle che sono le difficoltà dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano e di tutto l’indotto. Domani il consiglio regionale approverà una mozione per chiedere al governo istituzione di un tavolo ministeriale”.

 

Enzo Valente

Occorre un monitoraggio

“Fondamentale il monitoraggio del territorio e chiediamo che la stessa sinergia e unità d’intenti dimostrata da istituzioni e sindacati per la zona nord della Provincia venga applicata anche per il cassinate affinché si possano governare i processi e tutelare i lavoratori in questo difficile momento. A tal proposito ho chiesto agli amministratori atti concreti per aiutare le famiglie abbassando, ad esempio, le aliquote comunali a chi è senza reddito”.

“Dobbiamo essere consapevoli che i mali dell’azienda automobilistica non sono dovuti all’ecotassa che non incide sulla cassa integrazione. Ci sono altri motivi che conosciamo, in particolare le difficoltà riscontrate sul mercato da parte del segmento di produzione dello stabilimento cassinate che ad oggi non ha trovato lo sbocco che ci si aspettava, complice anche il mancato investimento sulle nuove fonti di alimentazione verdi che il mercato ricerca. Va ribadito che Cassino è e resta una zona industriale appetibile che offre migliori infrastrutture rispetto a tantissime altre aree del paese”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares