Alessia Savo: ecco perché ho aderito a Fratelli d’Italia

Il matrimonio politico tra la Lega di Matteo Salvini e l’ex sindaco di Torrice Alessia Savo è durato poco più di un anno. Risale a qualche settimana prima del 4 marzo 2018 la foto che li ritrae abbracciati e sorridenti.

 

salvini savo lega il corriere della provincia
Matteo Salvini e Alessia Savo in occasione della candidatura alle regionali 2018

 

Oggi pomeriggio, a Montecitorio, la Savo giurava fedeltà al deputato di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli, vice presidente della Camera. Dall’altro lato c’era il coordinatore provinciale di Frosinone del partito di Giorgia Meloni, Paolo Pulciani. In platea, tra gli altri, l’ex europarlamentare Alessandro Foglietta.

È lì che ha ufficializzato la sua adesione a Fratelli d’Italia, motivando la sua scelta politica sotto due aspetti principali: da un lato il dinamismo e l’apertura di FdI nei confronti dell’area moderata; dall’altro la totale assenza di comunicazione con la Lega di Salvini che, di fatto, l’ha tenuta politicamente immobile in tutto questo tempo.

E l’ingresso in Fratelli d’Italia le è sembrata la sua collocazione più naturale?

“Assolutamente sì. Una scelta di cui sono estremamente soddisfatta, prima di tutto da cittadina perché è imprescindibile, per chi aderisce a un partito, discuterne al proprio interno istanze e progetti. Proprio questo, l’ascolto cioè, non era più una caratteristica che riscontravo nella Lega: a un certo punto del mio percorso non ho più trovato risposte alle domande, coinvolgimento nei programmi. Allora chiedere spiegazioni è stata l’unica strada da percorrere che, purtroppo però, non mi ha portato alla meta. In FdI, al contrario, ho avuto conferma che esiste ancora il politico che ti parla di progetti per il Paese Italia, per la regione Lazio e delle linee guida per realizzarli. E se un partito mette al primo posto la tutela della famiglia e della natalità, credo non ci sia bisogno di dire altro”.

Anche il suo ‘storico collega politico’, Antonello Iannarilli, ha annunciato il suo imminente passaggio in Fratelli d’Italia dopo la fuoriuscita da FI. La vostra è una scelta condivisa?

“Politicamente io e Antonello abbiamo condiviso alcuni percorsi e siamo stati distanti per altri ma questo sempre nel rispetto reciproco per qualsiasi decisione assunta. È chiaro che, in un momento come questo, con il mio allontanamento dalla Lega e il suo da Forza Italia, ragionare insieme su una scelta come quella attuale è stato un comportamento naturale. Abbiamo radici politiche comuni e l’ingresso di entrambi in Fratelli d’Italia è motivato, come sottolineavo prima, dal grande dinamismo che il partito mostra nei confronti dell’area moderata, con forte senso di responsabilità e affezione alla nazione”.

E ora che è ufficialmente in FdI, contempla anche la possibilità di scendere in campo per le Europee?

“Decisamente no. Mi impegnerò sul campo per condividere e tradurre in azioni concrete le idee e i progetti di Fratelli d’Italia. Del resto sono una che la politica l’ha sempre fatta da militante. E soltanto così so farla”.

Giulia Abbruzzese

Giornalista dei quotidiani online "Il Corriere della Provincia" e "TuNews24.it" e del settimanale "Tu News", ha collaborato anche con il mensile "Qui Magazine" oltre che con il settimanale "Qui Sette"; è stata inoltre Caposervizio del quotidiano "‘Ciociaria Oggi" e Caporedattore de "Il quotidiano della Ciociaria". Collabora con la rivista "Chic Style".

Giulia Abbruzzese ha 259 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Giulia Abbruzzese