Provincia: primo via libera del Consiglio al bilancio di previsione 2022-2024

Il bilancio di previsione 2022-2024, che ha ottenuto il primo via libera da parte del Consiglio provinciale  nella seduta ultrarapida di questa mattina, racconta del grande e proficuo lavoro portato avanti dal presidente Pompeo negli anni del suo mandato, con un obiettivo importante assolutamente centrato: quello di restituire alla Provincia la dignità istituzionale che merita, dimostrando non solo che è un Ente efficiente e strategico ma che risponde  completamente alla funzione di ‘Casa dei Comuni’.

Investimenti per oltre 110 milioni di euro nel piano triennale delle opere pubbliche. Finanziamenti per 80 milioni di euro sulla viabilità provinciale con 6 accordi quadro e 74 milioni di euro da utilizzare per l’edilizia scolastica, oltre a un nuovo bando per la raccolta differenziata nei Comuni per oltre 6 milioni di euro.

“Questo bilancio di previsione – è il commento del presidente Pompeo – è il nostro strumento principale per la programmazione e la pianificazione, anche alla luce di un’opportunità che potremmo senza timore definire ‘irripetibile’: la sfida del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che non solo ci consente di catalizzare risorse importanti ma che, con una programmazione e pianificazione organica e strategica, ci invita a disegnare il territorio del futuro, attraverso progettazioni che non avremmo potuto immaginare senza uno strumento come quello del Pnrr. Per quanto riguarda le competenze dirette del nostro Ente, l’obiettivo è quello di rendere le nostre strade sempre più sicure, eliminare le criticità, trasformare il sistema delle infrastrutture in un volano di sviluppo a servizio delle imprese.  Centralità è stata data anche alle strutture scolastiche, il luogo dove crescono i nostri figli e dove si forma la futura classe dirigente. Necessario, dunque, garantire i più elevati standard di sicurezza ma anche edifici e attrezzature moderne per una formazione adeguata e più competitiva dei ragazzi. Un altro settore a cui abbiamo dedicato e stiamo tuttora dedicando attenzione è l’ambiente: in questi anni abbiamo puntato su un obiettivo fondamentale quale il potenziamento della raccolta differenziata, mettendo a disposizione dei Comuni risorse fondamentali per l’acquisto delle attrezzature e dei servizi.  Continuiamo a potenziare la raccolta differenziata sui nostri Comuni attraverso un nuovo bando che metterà a disposizione delle Amministrazioni oltre 6 milioni di euro per implementare il servizio, anche sulla scorta delle tante isole ecologiche che i nostri Comuni hanno attivato, grazie ai fondi erogati dalla Provincia”.

L’intervento del presidente Pompeo nel corso del Consiglio

“Risultati sempre più incoraggianti – ha continuato il presidente – sono quelli che arrivano dalla Stazione Unica Appaltante della nostra Provincia, scelta da Upi e Università di Perugia – che hanno condotto uno studio di approfondimento sulle S.U.A. delle Province italiane – come ‘modello’ da esportare tra i servizi di Area Vasta forniti ai Comuni.  Un grande lavoro che emerge se solo si guardano i numeri: nel 2016 le gare d’appalto effettuate dalla S.U.A. erano 20 per un importo complessivo di circa 7 milioni e 600 mila euro. Nel 2020 siamo arrivati a contarne 92 per oltre 32 milioni di euro. Ad oggi sono circa 50 gli Enti che hanno firmato la convenzione per la gestione di gare per lavori, servizi e forniture.  Ultima novità in questo ambito, approvata solo qualche giorno fa, è il nuovo albo dei Commissari di gara, istituito al fine di assicurare uno svolgimento delle procedure di gara nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento, non discriminazione e rotazione”.

“In conclusione: questo bilancio, così come è strutturato, non solo consentirà all’Amministrazione provinciale di continuare a svolgere il suo ruolo con una sempre maggiore incisività e centralità sullo scacchiere istituzionale, ma soprattutto è lo strumento per garantire ai 91 comuni del territorio servizi fondamentali per lo sviluppo e la crescita, anche e soprattutto attraverso le eccezionali opportunità offerte dal Pnrr, una sfida che la Provincia ha immediatamente accettato, istituendo, seconda in Italia dopo quella di Monza e Brianza, una task force interna che, coadiuvata da una Fondazione specializzata in bandi e progettazione, assiste le Amministrazioni locali sin dalla prima fase della progettazione. Rendere più competitivo e attrattivo il nostro territorio, difenderne gli interessi, valorizzarne le peculiarità, evidenziarne le eccellenze anche fuori dai confini nazionali – conclude il presidente – sono le battaglie da vincere insieme, convogliando energie e competenze in un lavoro di squadra a prescindere dall’appartenenza politica. Per quanto mi riguarda questo è il compito di un amministratore locale, una missione che, insieme al Consiglio, ho portato avanti negli anni dei miei due mandati e che continuerò fino alla fine”.

Il consigliere Vacana mentre illustra le proposte

“Conti in perfetta regola, – è la dichiarazione del consigliere provinciale delegato al Bilancio, Luigi Vacana –  a partire da un avanzo di amministrazione di oltre 24 milioni d’euro e una disponibilità di cassa che al 31 dicembre è stata superiore ai 44 milioni d’euro. Approviamo così un piano straordinario di oltre 110 milioni in una visione politica di responsabilità e consapevolezza nei confronti del territorio e dei suoi abitanti. Abbiamo l’obiettivo di incidere concretamente rispetto alle esigenze delle nostre comunità: viabilità, edilizia scolastica, ambiente, ma anche cultura e promozione del territorio. Con questi numeri, il ruolo delle Province non è più in discussione”.

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it

Seguici anche su Telegram: CLICCA QUI

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it ha 4077 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it