Alvito, disservizi idrici, pressing del Comune su Acea-Ato5

Negli ultimi giorni ad Alvito si sono purtroppo registrate diverse interruzioni dell’erogazione dell’acqua in alcune zone del paese, soprattutto nel centro storico. Come anche riportato da alcuni organi di stampa, si è riscontrato il mancato ripristino del flusso idrico nelle prime ore del mattino e l’interruzione della fornitura durante l’arco della giornata. In modo particolare, la mancanza di acqua potabile è diventato un problema ancora più serio per tutti quei casi in cui gli utenti colpiti si trovavano anche in una situazione di restrizione in casa a seguito di positività ai test anti-covid.
L’Amministrazione comunale, fin dalle prime segnalazioni, si è prontamente attivata prendendo contatti con il gestore del servizio idrico, Acea Ato 5 Spa, per acquisire informazioni sullo stato delle cose, sollecitando interventi immediati e risolutori. In modo particolare, il sindaco Luciana Martini ha seguito costantemente gli interventi svolti dal personale Acea, mantenendo un filo diretto, anche nel corso del fine settimana, con il manager della società di gestione responsabile per il territorio di Alvito. I tecnici di Acea Ato 5 sono ripetutamente intervenuti, anche nelle giornate di sabato e domenica, per riparare perdite e regolare flussi e pressioni al fine di garantire un’erogazione costante a tutta l’area del centro storico. Ad ora, i malfunzionamenti risultano essere per buona parte superati, mentre restano da individuare e riparare alcune perdite che fanno affiorare abbondante acqua lungo alcuni tratti di strada nella zona di San Nicola e San Rocco. L’Amministrazione comunale continua a seguire con attenzione gli interventi in atto. Il sindaco Luciana Martini ha dichiarato: “Negli ultimi mesi, i problemi legati all’erogazione dell’acqua stanno diventando purtroppo sempre più frequenti. Questa è una cosa che non possiamo e non dobbiamo permettere. Anche per questo, oltre ad un costante pressing sui responsabili locali della società si gestione del SII, che ringrazio comunque per la presenza e la disponibilità sempre dimostrata, sto sollecitando un confronto diretto con i vertici di Acea e di Ato 5 affinché siano individuate e risolte le più urgenti problematiche che impediscono a tutt’oggi un ritorno alla pienezza e continuità del servizio, come è sempre stato in passato”.

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it

Seguici anche su Telegram: CLICCA QUI

REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it ha 3703 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di REDAZIONE LaProvinciaQuotidiano.it