Ultimo consiglio provinciale: il discorso del presidente Pompeo

“Quello di oggi è l’ultimo Consiglio provinciale di questa consiliatura, un biennio particolare, caratterizzato  dalla pandemia e da un’emergenza sanitaria, sociale ed economica senza precedenti. È  quindi doveroso fare un ringraziamento a tutto il Consiglio Provinciale per il grande lavoro svolto in questi anni: un lavoro di serietà e di responsabilità oltre che di concretezza”.

Così il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, all’inizio della seduta di oggi.

“Abbiamo fatto tanto – ha continuato – e questo è stato possibile grazie al grande clima di collaborazione e di serenità che si è costruito all’interno di quest’aula. Non ci sono state un’opposizione e una maggioranza politica ma, lasciatemelo dire,  c’è stata una maggioranza amministrativa che ha lavorato per il bene di questo territorio e della nostra comunità.  Gestire un’emergenza complessa e alla quale non eravamo preparati non è stato facile e per questo il mio ringraziamento va prima di tutto ai consiglieri con delega che hanno fatto un grandissimo lavoro e mi hanno supportato”.

I ringraziamenti ai consiglieri

“Penso ad esempio a Vincenzo Savo, che sulla materia ambientale si è speso per affrontare le note problematiche e criticità di questo territorio, trovando sempre un giusto punto di equilibrio; grazie a Germano Caperna, il consigliere anziano, e non per età anagrafica ma perché è stato al mio fianco dal primo giorno della mia presidenza, lavorando con impegno, equilibrio, esperienza e  incisività nelle deleghe che ha esercitato nel corso di questi sette anni, a cominciare dalla viabilità, con gli innumerevoli interventi sul territorio e i tanti finanziamenti ottenuti nel corso degli ultimi anni, anche grazie al lavoro fatto dall’UPI e da ultimo i 14 milioni di euro per le Aree interne.  Ringrazio Alessandra Sardellitti per il grande lavoro che ha fatto non solo sull’Agenzia di Formazione: le difficoltà in questo settore erano sotto gli occhi di tutti e, nonostante questo, siamo riusciti a intraprendere un percorso di risanamento e prospettiva, con il coinvolgimento della Regione Lazio. I risultati nell’ambito della scuola sono evidenti: interfacciarsi con i tavoli della Regione Lazio, con la Prefettura sul tema del doppio turno, ascoltare le esigenze dei dirigenti scolastici e delle rappresentanze degli studenti: va riconosciuto ad Alessandra un grande impegno, oltre a pazienza e buonsenso nel trovare la migliore soluzione condivisa. Grazie anche a Massimiliano Quadrini, oggi assente per impegni istituzionali, anche lui al mio fianco dal primo giorno e in questa consiliatura con l’importante delega dell’edilizia scolastica: abbiamo ottenuto oltre 70 milioni di euro e tutto questo ci ha permesso di qualificare, efficientare, adeguare e mettere in sicurezza le nostre scuole e costruirne di nuove, cosa che non accadeva da decenni. Siamo stati presenti sul territorio e negli ultimi tempi tanti amministratori e sindaci ci hanno ringraziato per aver visto di nuovo la Provincia sulle strade, un bel messaggio che risponde a un obiettivo preciso: quello di far recuperare centralità e autorevolezza alla Provincia”.

Foto di gruppo per i consiglieri provinciali

“Di passi avanti ne abbiamo fatti tanti e, anche se il percorso non è ancora completato, mi sento di dire che siamo sulla buona strada. E questo anche con il nuovo Testo Unico degli Enti Locali, che a breve dovrebbe iniziare il suo iter parlamentare con novità importanti per le Province, frutto del lavoro messo in campo e di posizioni che hanno dimostrato di saper conquistare e meritare. Fino all’ultimo giorno porterò avanti le mie battaglie come Presidente di Provincia e di Upi Lazio: avevamo trovato un ente in liquidazione mentre oggi è un ente che ha prospettive importanti per il territorio e per la comunità”.

“Ringrazio il vicepresidente Luigi Vacana che ha lavorato tanto nel settore cultura facendo bene e promuovendo il nostro bellissimo territorio. Grazie per il senso di lealtà istituzionale e di responsabilità a Gianluca Quadrini, a Gioacchino Ferdinandi, a Rossana Carnevale,  a Stefania Furtivo, a Igino Gugliemi e Andrea Campioni che non hanno mai ostacolato l’attività amministrativa, esercitando il ruolo di opposizione con grande senso di responsabilità e mettendo in campo idee e  progetti per il bene del territorio: molti atti di questo Ente sono stati caratterizzati anche dalle loro idee. Da ultimo voglio ringraziare il Presidente del Consiglio, Daniele Maura, che ha sempre guidato i lavori d’aula con grande senso istituzionale e di responsabilità, dimostrando stima e lealtà nei confronti della mia persona”.

Il messaggio ai nuovi membri che entreranno in Assise

“Grazie a tutti coloro che dal prossimo 19 dicembre non siederanno più in Consiglio e un grande in bocca al lupo ai candidati. Ci tengo a mandare loro un messaggio:  sarò lo stesso presidente nei modi, nella gestione, nell’approccio anche con tutte le forze politiche e con tutte le liste, lo stesso del 2014. Un messaggio chiaro che voglio lanciare a tutti i candidati per dire loro che non cambierà nulla, che il mio percorso sarà sempre incentrato sulla collaborazione e condivisione al di là delle appartenenze partitiche perché credo che questo territorio si stia giocando una partita importante, soprattutto con il PNRR.  Un’occasione che non possiamo assolutamente perdere: abbiamo già potuto constatare che quando ci sono delle risorse questo territorio e questo ente in particolare, sanno dare delle risposte per il nostro futuro e quello dei nostri ragazzi. Non abbiamo tempo per beghe partitiche e politiche: noi dobbiamo lavorare per il bene della nostra provincia”.