La polizia denuncia “l’incubo dei tabaccai”

I poliziotti del Reparto Volanti della questurs dibFroshanno deferito all’Autorità Giudiziaria un 32enne romeno con l’accusa di insolvenza fraudolenta ed uso indebito delle carte di pagamento. L’uomo, come accertato dagli agenti, aveva messo a segno diversi colpi in danno di tabaccherie della zona, utilizzando sempre lo stesso modus operandi: si recava presso l’attività commerciale presa di mira richiedendo di effettuare una ricarica su Postepay non a lui intestata e, al momento di pagare, esibiva una carta di credito. Come da prassi la transazione veniva negata e l’uomo, con l’escamotage di recuperare i contanti per saldare quanto dovuto all’esercente, si allontanava senza fare più ritorno. Per non destare sospetti il 32enne, in alcune circostanze, aveva anche consegnato documenti d’identità di persone, risultate estranee ai fatti, come verificato dagli agenti. Le testimonianze delle vittime e l’attenta analisi dei fotogrammi dei sistemi di sorveglianza hanno permesso di risalire all’identità dell’uomo e denunciarlo.