Provincia, la Consulta delle elette sposa il progetto ‘Banca dei Capelli’

Si è tenuto nei giorni scorsi, nella sede della Provincia di Frosinone, un incontro organizzato dalla presidente della Consulta delle Elette, la consigliera provinciale Stefania Furtivo, al quale sono stati invitati la Regione Lazio, nella persona della consigliera regionale di FdI, Chiara Colosimo; la Asl di Frosinone, rappresentata da Nisia Lucchetti; l’Agenzia Frosinone Formazione e Lavoro con l’amministratore unico Fabrizio Zoli e le socie dell’associazione ‘Iniziativa Donne’ di Sora (Enrica ed Elisabetta Canale Parola ed Elena Baldassarra).

Nell’occasione la Consulta delle Elette ha sposato il progetto ‘Banca dei Capelli’ che, nato in provincia di Bari, è stato diffuso dall’associazione culturale sorana e sottoscritto da oltre venti comuni della Provincia.

“In questo primo incontro interlocutorio, – spiega la consigliera Furtivo – per il quale ringrazio tutti gli intervenuti, abbiamo gettato le basi affinché il progetto fortemente sostenuto dall’associazione ‘Iniziativa Donne’ di Sora possa essere accolto e condiviso da tutti i 91 Comuni della provincia. Ma la nostra idea è quella di fare un passo in più: elevare questa iniziativa, mirata ad aiutare concretamente, anche attraverso un contributo in denaro da corrispondere in modo rapido e con un iter semplificato, le pazienti oncologiche che devono acquistare parrucche per gli effetti negativi causati dalle cure radioterapiche. Nel corso della riunione sono emersi diversi spunti interessanti che approfondiremo nelle prossime settimane e per i quali abbiamo intenzione di coinvolgere altri soggetti legati al mondo dell’associazionismo, proprio al fine di allargare questo progetto e calarlo nella nostra realtà regionale”.

furtivo colosimo
Stefania Furtivo e Chiara Colosimo

“Il mio appello – conclude la presidente della Consulta delle Elette – è rivolto a tutte le Amministrazioni che ancora non abbiano aderito all’iniziativa perché è soltanto attraverso il gioco di squadra e l’impegno di tutti che si riuscirà ad agire concretamente e velocemente per sostenere le pazienti oncologiche e la loro battaglia contro il tumore”.