Frosinone, il 29 settembre scadono le domande di ‘Solidiamo’

È fissato a mercoledì 29 settembre alle ore 17.15 il termine ultimo per la consegna del modello di autocertificazione per ‘Solidiamo’. Il documento dovrà essere recapitato a mano, presso l’ufficio del protocollo del Comune di Frosinone, in piazza VI Dicembre. Torna infatti anche quest’anno il progetto attraverso il quale saranno erogati borse di studio e premi a circa 1.000 studenti meritevoli, residenti in città.

Nato nel 2012 su iniziativa del sindaco, Nicola Ottaviani, il progetto Solidiamo prevede, appunto, l’erogazione di borse di studio e premi in favore degli alunni meritevoli delle Scuole Medie e Superiori di Frosinone, grazie a un fondo costituito mediante il taglio del 50% delle indennità di funzione di Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio comunale e dei gettoni di presenza dei Consiglieri comunali.

Gli istituti, nel corso di ogni edizione, forniscono al Comune il numero complessivo degli iscritti nell’anno scolastico di riferimento, residenti nel territorio comunale, unitamente a un elenco degli studenti più meritevoli (sempre residenti nel Comune di Frosinone), con i relativi dati; ciascuna scuola, inoltre, indica agli uffici comunali lo studente più meritevole in assoluto. Gli alunni così selezionati devono, naturalmente, con le loro famiglie, effettuare una autocertificazione reddituale, per permettere la stesura delle graduatorie di assegnazione. Il modello, come detto, va consegnato esclusivamente a mano, presso l’ufficio del protocollo del Comune di Frosinone, in Piazza VI Dicembre.

Sarà cura dell’Amministrazione comunicare la data effettiva dell’assegnazione e consegna delle borse di studio e dei premi.

Le dichiarazioni di Ottaviani

“Solidiamo è la risposta degli amministratori del capoluogo nei confronti di quanti intendono la politica come una professione o una fonte di reddito, anziché come volontariato sociale o come missione civica – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – La nostra priorità è quella di reinvestire le risorse in iniziative che rafforzino il valore della solidarietà, sottraendo somme consistenti alla politica, mettendole a disposizione di chi ha più bisogno”.

nicola ottaviani
Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani

“Il progetto Solidiamo è rivolto esclusivamente ai residenti nel capoluogo, proprio perché, essendo finanziato attraverso i gettoni e le indennità di sindaco, assessori, presidente del consiglio e consiglieri comunali, risulta coperto, di fatto, con risorse e tributi provenienti dai cittadini della nostra comunità locale. Se tutti gli 8.000 comuni italiani adottassero questo progetto di ridistribuzione delle risorse, si concretizzerebbe una manovra a costo zero per il bilancio dello Stato, interamente incentrata sul sociale, pari a un miliardo di euro all’anno, il tutto a saldi invariati”.

shares