Turismo, Battisti: soddisfazione per il lavoro delle Dmo ciociare vincitrici del bando


“Il bando sulle DMO (Destination Management Organisation) della Regione Lazio ha rivoluzionato il concetto di turismo rispetto al passato. Il prodotto turistico da intendersi come destinazione organizzata in ambiti con uno stesso oggetto, capaci di ampliare l’offerta complessiva all’utente fruitore, rappresenta l’innovazione vincente per i nostri territori. Con questo bando l’assessore ha colto l’emendamento che presentai alla programmazione triennale, con cui abbiamo introdotto il concetto di Ambiti territoriali”. Così in una nota Sara Battisti, Presidente della I Commissione consiliare della Regione Lazio

L’intervento


Grazie a questo avviso pubblico, enti locali, associazioni, soggetti privati e operatori del settore, hanno instaurato delle collaborazioni fattive, delle reti, in grado di offrire un miglior prodotto, un prodotto più competitivo non solo a livello nazionale, ma internazionale.L’idea di sfruttare una figura competente come il destination manager, consente di avere una gestione organizzata di tutte le bellezze paesaggistiche, enogastronomiche, storiche, artistiche, sportive, sentieristiche, carsiche, termali che abbiamo a disposizione. Non più l’idea di portare il turista a vedere una singola città, una singola attenzione, in un’ottica obsoleta di occasionalità, ma di farlo rimanere e/o tornare per godere di tutte le attrazioni, finalmente ben conoscibili e integrate. Dal territorio della nostra provincia sono arrivate tante progettualità di incredibile interesse, e con un differenziale di prodotto che attesta come la Ciociaria sia da visitare nella sua interezza e in grado di accontentare qualsiasi tipo di turista, anche quello che ama un prodotto più di nicchia”.

“Mi complimento sia con i vincitori ciociari del bando che con chi è, purtroppo, rimasto fuori per esaurimento fondi. So che il lavoro dietro questi progetti è stato complesso, ha significato un contatto costante tra tanti soggetti sia pubblici che privati, che hanno saputo fare sintesi in una visione del territorio innovativa. Ora potremo beneficiare del risultato del Parco degli Aurunci, dei comuni di Pescosolido e Fiuggi e di Stay Isola, oltre che di tutti i soggetti che hanno aderito ai loro progetti. Sono fiduciosa che anche le realtà che si sono unite e hanno lavorato insieme in questi mesi, pur non potendo usufruire attualmente del contributo, sono un punto di partenza importante per costruire una realtà territoriale turistica completamente rinnovata. Il patrimonio di risorse umane che la Ciociaria ha messo in campo è la base per il nostro futuro economico, lavorativo, sociale. Un grazie agli assessori competenti, ai funzionari della Regione e al Presidente Zingaretti per questa opportunità”.