Fabio Tagliaferri aderisce a FdI e spiega i motivi

“E’ una scelta che può sembrare strana ma non ha nulla a che vedere con il Comune di Frosinone. E’ una scelta che prescinde dalle future scadenze elettorali. E’ semplicemente una scelta politica”. Così Fabio Tagliaferri ha motivato la sua decisione di aderire a FdI.

Lo ha fatto nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del senatore Massimo Ruspandini e del vice coordinatore regionale Antonio Abbate. In realtà si tratta di una sorta di ‘ritorno a casa’. L’assessore comunale di Frosinone ha, infatti, iniziato il suo percorso politico proprio con Giorgia Meloni. Poi, per quasi 20 anni, ha percorso strade diverse.

L’intervento

“Desideravo un partito con una persona giovane e dinamica. Tutto questo si è verificato sia a livello nazionale, con Giorgia, sia a livello provinciale con Massimo. La mia decisione – ha affermato Tagliaferri – muove dal fatto che voglio tornare a far politica secondo i miei valori. Quello che scaturirà da tale scelta, a livello di dinamiche comunali, è tutto da verificare”. Ha evidenziato.

Probabilmente – ha aggiunto – ho anche un po’ esaurito la mia presenza al Comune di Frosinone nel ruolo e nelle vesti che ho ricoperto per tanti anni. A questo punto può succedere di tutto, tranne una cosa: quella di non seguire le decisioni del partito, anche per la crescita dello stesso. Dico questo perché quello che Giorgia porta avanti a livello nazionale, va riprodotto a livello locale. Io, quindi, da adesso in poi sono a servizio di FdI anche per sviluppare tale attività”.

Le parole di Ruspandini

“Il mio amico fraterno Fabio Tagliaferri, già consigliere, assessore e vice sindaco più e più volte nella città di Frosinone, nonostante la sua giovane età, torna nella sua casa naturale, quella della destra italiana, nella quale abbiamo iniziato a fare politica insieme poco più che adolescenti”. Ha affermato Ruspandini.


“In tutti questi anni siamo stati, nonostante tutto e tutti, sempre molto vicini e mi piace ribadire che io sono testimone che quella fiamma della speranza in Fabio non si è mai spenta”.

shares