Concorsopoli Allumiere, colpo di scena: il Comune sospende la graduatoria finale

La Concorsopoli di Allumiere fa registrare un nuovo colpo di scena. Dopo la relazione dalla presidente della commissione Trasparenza, Chiara Colosimo di Fratelli d’Italia, che ha evidenziato come 29 su 44 assunti nel concorso sono da ricondurre a politici, la responsabile dell’Ufficio personale del Comune dei Monti della Tolfa,  ha emanato una determinazione che di fatto sospende la graduatoria.

La decisione

Nell’atto viene stabilito di sospendere gli effetti della graduatoria finale del concorso pubblico per esami per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di cinque istruttori amministrativi, approvata con determinazione il 14 dicembre 2020, e la concessione in scorrimento ad altri enti che ne facciano richiesta.

Nella stessa determina, inoltre, si da atto che le procedure indicate dalla deliberazione di Giunta Comunale numero 74 del 7 luglio  del 2021, finalizzate alla verifica della legittimità degli atti adottati dalla commissione di concorso per l’approvazione della graduatoria finale, sono state avviate con la richiesta di parere all’avvocato Francesco Caputo, incaricato dell’assistenza legale e del supporto professionale all’ufficio personale.

La maggioranza dei candidati del concorso indetto dal Comune di Allumiere “è stata assunta senza avere i requisiti per l’assunzione”. Questa la conclusione cui è giunta Chiara Colosimo presidente della commissione Trasparenza del Consiglio regionale del Lazio, al termine di quasi 90 pagine di relazione e un lavoro lungo 8 audizioni (tra le quali anche quella dell’ex presidente della Pisana, Mauro Buschini, e diversi sindaci di comuni della provincia di Roma).

LEGGI PURE

LEGGI PURE

shares