Piedimonte San Germano, volo mortale dal cavalcavia: il 26 ottobre Ferracci a processo

Inizierà il prossimo 26 ottobre il processo a carico del direttore del Consorzio Asi di Frosinone, Claudio Ferracci, per la tragica morte di Antonello Gerilli: all’imputato si contesta l’irregolarità del guardrail che doveva impedire il volo dal cavalcavia di Piedimonte del 58enne di villa Santa Lucia.

Riscontrando la richiesta di rinvio a giudizio del Pm della Procura di Cassino titolare del procedimento penale per omicidio stradale, Eugenio Robolino, il Gip del Tribunale cassinate, Domenico Di Croce, con avviso dell’11 giugno, ha fissato al 26 ottobre 2021, alle ore 9.30, l’udienza preliminare del processo che vede imputato per la tragica morte di Antonello Gerilli il frusinate Claudio Ferracci, 55 anni, quale direttore del Consorzio Asi di Frosinone, l’Ente che ha progettato il cavalca-ferrovia di Piedimonte San Germano da cui il 58enne camionista di villa Santa Lucia è precipitato con la sua auto dopo un’uscita di strada, il 27 ottobre 2019.

antonello gerilli
La vittima Antonello Gerilli

A Ferracci si contesta lo stato del tutto precario e fuori norma in cui versava il guardrail che, anziché trattenere come avrebbe dovuto la vettura, si è staccato e ha ceduto di schianto condannando la vittima al suo destino. Si avvicina dunque il momento della verità e della giustizia per suoi familiari e per Studio3A-Valore S.p.A. che li assiste e che per primo aveva rilevato le gravi irregolarità della barriera.

shares