Magliocchetti all’assessore Corrado: si crei un marchio turistico della Ciociaria

Un marchio turistico di qualità per la Ciociaria. È la proposta che il consigliere comunale della Lega di Frosinone e delegato per il Lazio al Consiglio nazionale Anci, Danilo Magliocchetti, ha avanzato, in una lettera, all’assessore regionale al Turismo, Valentina Corrado.

“È assolutamente indispensabile – si legge in un passo della missiva – veicolare e promuovere oltremodo i territori laziali, in particolar modo per incentivare la ripresa turistica dopo il Covid, al fine di renderli maggiormente conosciuti e quindi attrattivi per il grande pubblico. In pratica, bisogna dare un motivo ed una seria opportunità ai turisti di visitare e quindi soggiornare, non solo a Roma, ma anche nelle altre realtà del Lazio”.

visita guidata anagni
Una visita guidata ad Anagni

“Per la Provincia di Frosinone, penso ad un vero e proprio marchio turistico di qualità Ciociaria, che servirà a promuovere il territorio, le iniziative, i prodotti tipici, ma anche il turismo d’arte e cultura, il turismo del gusto (enogastronomia e produzioni tipiche, artigianato), il turismo religioso, o il turismo del wellness. Vede assessore, uno dei punti di forza della Ciociaria è rappresentata dalla forte eterogeneità dell’offerta turistica, forse una delle più complete del centro Italia, in grado di rispondere a molteplici bisogni turistici”.

I punti di forza del territorio

Ed elenca alcuni esempi concreti: la vicinanza con Roma e Napoli; le fermate Tav di Frosinone e Cassino; la vicinanza con la montagna, oltre che con il mare.  £L’offerta del turismo d’arte e cultura, – continua Magliocchetti – penso ad esempio, ad Anagni, Alatri, Frosinone, Ferentino, Arpino. Le Cascate di Isola del Liri. Il Turismo religioso con Le Abbazie di Casamari, Trisulti, Montecassino. I Borghi con Boville Ernica, Castro dei Volsci, MSG Campano, e Pico. Le favolose SPA di Fiuggi e Vallecorsa. Per non parlare di tutte le eccellenze enogastronomiche ciociare. Come vede, le potenzialità non mancano di certo. Quello che manca, direi praticamente da sempre, è un vero e proprio piano strutturale di valorizzazione e promozione del territorio della Provincia di Frosinone, proprio ai fini turistici”.

cascata isola del liri
La cascata di Isola del Liri illuminata di rosa

“Per questo, credo che la creazione di un marchio di qualità turistica della Ciociaria, ovviamente da studiare e concordare, da parte della Regione, con tutti gli attori del territorio, ad esempio con la Camera di Commercio, la Provincia, le Associazioni di categoria, i tour operator e ogni altro interlocutore che si riterrà utile allo scopo, possa rappresentare lo strumento per un grande ed innovativo programma turistico integrato. Prevedendo anche la partecipazione di importanti Istituti Bancari”.

arpino piazza municipio il corriere della provincia
Piazza Municipio ad Arpino

“In sintesi, un vero e proprio progetto di branding della Ciociaria, da veicolare con tutti mezzi di comunicazione e diffusione,  da quelli radiotelevisivi a quelli social, a quelli delle riviste specializzate, per promuovere l’offerta turistica del territorio, che potrebbe essere veramente di qualità e che non avrebbe nulla da invidiare, in futuro, con altre realtà italiane, oggi sicuramente ed oggettivamente più attrattive, anche perché meglio organizzate e pubblicizzate”.

shares