Pontecorvo, ricorso al Tar contro l’aggiudicazione del contratto di fornitura delle Isole ecologiche

La ditta arrivata seconda ha presentato ricorso al Tar contro l’aggiudicazione del contratto di fornitura delle Isole ecologiche per la raccolta differenziata.

Gli interventi

“Sono certo, ben conoscendo la competenza e la professionalità del dirigente Ivan Di Legge che la procedura di gara gestita dalla SUA – Stazione Unica Appaltante – della Provincia sia stata incardinata ed espletata nel più rigoroso rispetto delle leggi. Sia la Provincia, sia la Asm che il Comune hanno già proceduto alla costituzione in giudizio. Non dubito che il tribunale rileverà la correttezza dell’operato”.

Il sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo, commenta quello che si presenta come un increscioso incidente di percorso. “Confido nel tribunale amministrativo e sono fiduciosa sull’esito a noi favorevole. Ho seguito ogni passaggio della complessa procedura di gara curata dagli uffici della Provincia, non ho dubbi su quale potrà essere la pronuncia del Tar”.

nadia belli
Il vicesindaco di Pontecorvo Nadia Belli

“Non nascondo tuttavia il timore – aggiunge Nadia Belli, vicesindaco e curatrice del progetto della differenziata – che tale imprevisto possa causare uno slittamento del crono-programma operativo per il posizionamento delle Isole da parte della azienda vincitrice della gara”. La raccolta differenziata dei rifiuti, già operativa nella sua fase sperimentale nel perimetro del centro storico, è prossima ad essere estesa sull’intero territorio comunale, con il coinvolgimento di tutte le utenze.

“Attenderemo la sentenza, confido pienamente nel lavoro dei magistrati amministrativi. Ogni nostro atto è stato istruito in conformità con le leggi e abbiamo proceduto all’affidamento dopo avere acquisito tutte le valutazioni di carattere tecnico ed economico formulate dalla SUA. Il mio auspicio – evidenzia Gino Trotto, presidente della Asm, la società incaricata della gestione della differenziata – è che questa parentesi possa chiudersi in tempi brevi per non inficiare il poderoso lavoro di programmazione finanziaria, tecnica e operativa finora condotto per introdurre il nuovo servizio in città”.