Covid, in Ciociaria un solo contagio. Asl: vaccini efficaci al 100%


Nelle ultime 24h sono stati effettuati 200 tamponi che hanno fatto registrare un nuovo caso positivo al Sars-CoV-2.I negativizzati sono 14. Registrato il decesso di : un uomo di 69 anni di Cassino.

L’intervento

“Il rischio biologico da SARS-Cov-2, per gli operatori sanitari, è un rischio specifico e pertanto deve essere valutato e gestito al fine di proteggere i lavoratori da questo rischio.  La ASL di Frosinone, come previsto dalla normativa vigente, ha vaccinato i suoi operatori sanitari con il vaccino Pfizer che, come tutti i vaccini, potrebbe non fornire una protezione al 100%. Motivo per cui la ASL ha voluto individuare i lavoratori non responder in modo da poterli proteggere con altre misure”.  Lo evidenzia la direzione generale dell’azienda sanitaria di via Armando Fabi.

“Il risultato di tale indagine è molto positivo: 5.171 operatori sanitari hanno una carica anticorpale positiva e solo 8 sono risultati non responder: il vaccino somministrato può fornire una protezione dei lavoratori della ASL vicino al 100% infatti solo lo 0,15% risulta essere non responder. Il nostro studio è partito con l’intento di individuare appunto i probabili soggetti non responder a cui destinare le misure di protezione più stringenti. Ѐ stato svolto da febbraio a maggio ed ha coinvolto 5.179 operatori”.

Ѐ stato arruolato tutto il personale sanitario della ASL, sia ospedaliero che del territorio, sottoposto alla vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 che volontariamente si è sottoposto al prelievo di sangue per lo studio sierologico finalizzato al dosaggio quantitativo degli Anticorpi anti Spike. Il test, che è stato utilizzato dal Laboratorio Analisi dell’Ospedale di Frosinone, presenta un’elevata specificità clinica pari al 99.98% e una sensibilità del 98.8%”.

Lo studio sugli studenti

La ASL di Frosinone ha inoltre effettuato uno screening per valutare l’impatto del COVID- 19 sulla popolazione scolastica. Tale studio – ancora in corso –  è stato rivolto alle scuole elementari e medie di I grado della Provincia di Frosinone.

Sono stati utilizzati i test salivari che richiedono un prelievo più agevole ed accettabile da parte di tale popolazione trattandosi di bambini e comunque soggetti molto giovani. Nel periodo aprile-maggio abbiamo analizzato 2.324 campioni salivari, di questi è risultato positivo un solo campione che ripetendo il giorno successivo il tampone molecolare è risultato essere poi negativo. Questo dimostra che attualmente la popolazione scolastica della Provincia di Frosinone è una popolazione sana in quanto sono state approntate tutte le misure di prevenzione necessarie”.