Treni, Ciacciarelli sollecita maggiore sicurezza e incalza Zingaretti


Il 17 dicembre 2020 è stato firmato un accordo finalizzato all’incremento del fattore sicurezza a bordo treno nell’ambito della Regione Lazio tra: – Trenitalia S.p.A – Ministero dell’Interno – Dipartimento della P.S. – Comando Legione Carabinieri “Lazio” – Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza – Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria Lazio”. Lo dichiara, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega).

L’intervento

Nella Convenzione è stato però inspiegabilmente dimenticato di inserire anche il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco poiché per consuetudine errata, per sicurezza si pensa solo ed esclusivamente a quella delle F.F.O.O. e non a quella del Soccorso Pubblico che potrebbe interessare un incidente ferroviario o un incendio di un treno dove la presenza di un Vigile del Fuoco potrebbe diminuire notevolmente i danni e salvare vite umane”.

In considerazione delle tantissime segnalazioni che le sigle sindacali continuano a ricevere dai lavoratori, i quali testimoniano diverse situazioni di criticità relative alla sicurezza a bordo dei treni, le stesse organizzazioni sindacali in data 8/03/2021 hanno scritto una nota congiunta alla Direzione Regionale VVFF del Lazio con la quale chiedono un’immediata soluzione al mancato inserimento dei Vigili del Fuoco dei Comandi del Lazio nella nuova convenzione stipulata tra la società Trenitalia Spa e le FF.OO. per l’incremento del fattore sicurezza a bordo dei treni della Regione, ho interrogato Zingaretti per sapere quali sono le determinazioni della Regione Lazio e quando queste verranno prese, in ordine all’inserimento del Personale del Corpo Nazionale VV.F. della Regione Lazio nella convenzione stipulata tra la società Trenitalia Spa e le FF.OO. per l’incremento del fattore sicurezza a bordo dei treni della Regione.”