Ancora troppi furbetti del Covid: multate 26 persone nel Cassinate

I carabinieri di Cassino hanno multato 22 persone che, non rispettando le norme imposte per il contenimento dell’epidemia, non hanno fornito valide motivazioni ai militari sulla loro presenza nei luoghi oggetto di controllo. In tale contesto è stata proposta all’Autorità amministrativa la chiusura per 5 giorni di un bar nel centro di Cassino perché non rispettava le disposizioni in materia di somministrazione di cibi e bevande

Inoltre, uno dei sanzionati, un 30enne partenopeo, (già gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio) è stato anche denunciato a piede libero, alla Procura della Repubblica di Cassino poiché, a seguito del controllo, è risultato inottemperante al foglio di via obbligatorio  dal Comune di Cassino, a cui era stato sottoposto.

Denunce anche a Sant’Elia Fiumerapido e Acquafondata

I carabinieri hanno anche sanzionato per 533 euro un 42enne di Sant’Elia Fiumerapido che, controllato mentre era alla guida della propria autovettura, a seguito di specifiche attività di verifica, è risultato sottoposto a quarantena precauzionale da parte della Asl di Cassino.

Ad Acquafondata, invece, i militari hanno sanzionato amministrativamente tre persone, poiché controllate a all’esterno di un esercizio commerciale del posto mentre erano intente a consumare tranquillamente bevande alcoliche, e quindi, inottemperanti alle disposizioni correlate al vigente Dpcm.

shares